Hera punta sui podcast con il progetto Tracce: 5 racconti in verde

Un media intimo, coinvolgente, diretto, che ha avuto una forte crescita in Italia negli ultimi due anni, di cui ancora non abbiamo detto e visto tutto: è il podcast, ovvero un contenuto audio inedito e originale disponibile su diverse tipologie di piattaforme audio. Tutti segni più per questo strumento, come fotografa ogni anno il noto istituto di ricerca Ipsos: 13,9 milioni di persone nel 2020 hanno ascoltato almeno un podcast, il +15% rispetto al 2019 con i principali ascoltatori inseriti nella fascia tra i 24 e i 35 anni. Al di là di numeri e proiezioni, positive e in continua crescita, il dato di fatto è che esiste in Italia un nuovo modo di dialogare con un pubblico ben definito ma anche variegato, con proprie preferenze e che ricerca sempre prodotti nuovi e qualitativamente migliori. Ne emerge l’opportunità per le imprese di avere un canale nuovo per parlare alle persone e per sensibilizzarle a temi sociali e di attualità. Un’opportunità che anche il Gruppo Hera ha deciso di cogliere mettendo al centro i propri valori e il proprio impegno per la sostenibilità e la tutela delle risorse. Tra i pionieri in Italia nel campo dei branded podcast, la multiutility ha visto nel podcast un modo diverso per fare divulgazione ma anche per diffondere una sempre maggiore consapevolezza sulla centralità che questi temi hanno per l’impresa. È nato così il progetto podcast Tracce, alla ricerca dell’importanza delle impronte, negative, o dei segni, positivi, che possiamo lasciare dietro di noi.

La prima serie è R Stories, che raccoglie cinque storie di chi, con intuito, intelligenza e creatività, ha saputo lasciare il segno e utilizzare le risorse a propria disposizione per creare qualcosa di bello per sé e per gli altri, riutilizzando, riciclando e rigenerando. Donne e uomini, quindi, che rappresentano vere e proprie metafore di sostenibilità. A condurre e accompagnare questo appassionante racconto è la voce di Paola Maugeri, scrittrice, divulgatrice ambientale, podcaster e dj, che ha fatto anche lei, in prima persona, della propria vita un esempio di responsabilità ed etica ambientale. Il progetto Tracce, però, non si ferma qui. Il Gruppo Hera è già al lavoro per dare vita a una seconda serie, con l’intento di continuare a esplorare il mondo della sostenibilità, a partire dai falsi miti che pesano sulla divulgazione scientifica e ambientale. La multiutility, con il supporto di autorevoli e coinvolgenti esperti, vi dirà tutto ciò che non avete mai osato chiedere sull’ambiente. Tutti i podcast del Gruppo Hera possono essere ascoltati gratuitamente online sulle principali piattaforme audio e sul sito della multiutility.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui