“Happy days”, a Misano torna il festival della cultura vintage

Le atmosfere vintage tornano a Misano Adriatico dal 23 al 25 aprile. Dopo due anni di stop forzato a causa del Covid torna Happy days, il grande festival dedicato alla cultura degli anni ‘40, ‘50, ‘60 e ‘70 che dall’America ha conquistato il resto del mondo. Una tre giorni per rivivere il clima tipico di quegli anni, caratterizzato da allegria e spensieratezza, di cui oggi sentiamo tanto il bisogno. Un’immersione nello stile di vita, nella moda e nel costume di un pezzo di storia molto amato, sia dai giovani dell’epoca che dai giovani di oggi. Dalle 10 del mattino l’area spettacoli di piazza della Repubblica sarà teatro di un ricco programma di eventi, con esibizioni di musica live, spettacoli, corsi di ballo, mentre lungo il viale adiacente sarà allestito il mercatino tematico, dove sarà possibile trovare antiquariato e vintage, modernariato, collezionismo, oggettistica, vinili, abbigliamento e artigianato vintage, strumenti musicali e gadget d’epoca. Ospite attesissimo dell’edizione 2022 è il vincitore di Italia’s Got Talent 2019 Antonio Sorgentone che si esibirà con la sua band domenica 24 aprile in uno show infuocato, che spazia dagli anni ’20 agli anni ’60, dallo swing al rock’n’roll, fino ad arrivare ai brani italiani di Fred Buscaglione. Nel programma degli eventi live, sabato 23 aprile dalle 15 è previsto il concerto di The Sam Old Shoes, una delle più famose band del panorama vintage italiano, mentre lunedì 25 aprile sempre dalle 15 sarà la volta dei riminesi Nashville & Backbones, che proporranno un repertorio che va dal folk al country della West Coast degli anni ’70 e ’80. Tutti i giorni, dalle 10, oltre al mercatino vintage e antiquariato sarà possibile trovare foodtruck con le migliori specialità. Dalle 15 in Piazza della Repubblica, via Romagna e via Dante, ci sarà il raduno di auto e moto d’epoca, mentre nel palco di Piazza della Repubblica si esibiranno le scuole di ballo. La manifestazione è una tappa del Party-Tour a tema “Be Vintage”. L’ingresso è libero.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui