Guerra in Ucraina, martedì un’ora di sciopero in provincia di Forlì-Cesena

Un’ora di sciopero contro la guerra in Ucraina. “Cgil, Cisl e Uil della Provincia di Forlì-Cesena – si legge in una nota – condannano l’aggressione militare russa e richiedono uno stop immediato delle ostilità: il primo obiettivo deve essere la protezione umanitaria dei civili. “Ripudiamo la guerra come strumento di risoluzione delle controversie internazionali esattamente come scolpito nella nostra Costituzione repubblicana. Esprimiamo la nostra solidarietà al popolo, alle lavoratrici e ai lavoratori dell’Ucraina. È necessario attivare urgentemente tutti i canali della politica e della diplomazia, in sede europea ed in sede ONU. Si fermi la guerra in Ucraina e parta un vero processo di pace”.

Per queste ragioni per martedì primo marzo è proclamato lo Sciopero provinciale per l’ultima ora della prestazione lavorativa. L’astensione avrà durata di un’ora, da collocarsi all’ultima ora della prestazione lavorativa della giornata del 1 marzo 2022 e riguarderà tutti i lavoratori, pubblici e privati. Cgil, Cisl e Uil esonerano i settori della sanità pubblica e privata, comprese le strutture assistenziali residenziali, dall’indizione del presente sciopero, al fine di salvaguardare il diritto prioritario alla salute dei cittadini.

“Invitiamo tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori – si chiude la nota – ad aderire per chiedere alla comunità internazionale, all’Unione Europea e al Governo italiano, di mettere in campo ogni sforzo necessario affinché cessino le azioni militari e siano riaperti i tavoli negoziali diplomatici”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui