Grave pericolo di incendi: vietato fare barbecue e fuochi

Scatta lo stato di grave pericolosità in Emilia-Romagna per il rischio incendi a causa delle alte temperature e della mancanza di pioggia. Da lunedì prossimo, 5 luglio, e fino a domenica 18 luglio, sarà quindi vietato accendere fuochi o utilizzare attrezzature come il barbecue e sarà proibita la pulizia di pascoli e terreni con abbruciamenti di vegetali e stoppie.

Inasprite anche le sanzioni per chi non rispetta le regole, che possono arrivare fino a 10.000 euro.

Sotto il profilo penale, invece, è prevista la reclusione da quattro a 10 anni, se l’incendio è doloso. Ma anche se l’atto è solo colposo, a causa di negligenza, imprudenza o imperizia, si può essere condannati a risarcire i danni. Il provvedimento è stato emanato dalla Protezione civile regionale, d’intesa con Vigili del Fuoco e Carabinieri forestali.

Solo negli ultimi sette giorni sono stati registrati 68 incendi, segnala la Regione Emilia-Romagna, alcuni superiori all’ettaro con interventi dell’elicottero (in provincia di Bologna) e dei Canadair (nel riminese). Lo stato di grave pericolosità potrà essere prorogato se le condizioni climatiche e le previsioni lo richiederanno. Già da ieri, 1 luglio, nella sede della Protezione civile regionale a Bologna è attiva la sala operativa unificata tutti i giorni, compresi i festivi, dalle 8 alle 20. Di notte, la reperibilità è garantita dalle sale operative dei Vigili del Fuoco.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui