Un grande palcoscenico virtuale per l’Emilia-Romagna

Un grande palcoscenico virtuale per l'Emilia-Romagna

#laculturanonsiferma

BOLOGNA. L’Assessorato regionale alla Cultura e al Paesaggio dell’Emilia-Romagna ha invitato oltre 1800 operatori culturali a creare un palinsesto comune, un grande palcoscenico virtuale, con concerti, spettacoli, eventi, visite virtuali ai musei, reading in biblioteca, film, documentati e interviste ai protagonisti del mondo del cinema e dello spettacolo.L’obiettivo è quello di raggiungere le persone attraverso il web, invitandole a incontrarsi virtualmente per continuare a diffondere cultura, rispettando le norme di sicurezza, ma senza rinunciare al piacere della musica, del teatro, dell’arte e della conoscenza e soprattutto della condivisione.

Con l’iniziativa #laculturanonsiferma l’assessorato ha dunque messo a disposizione degli operatori le due piattaforme digitali EmiliaRomagnaCreativa (www.emiliaromagnacreativa.it) e Lepida Tv (www.lepida.tv) in cui sarà possibile condividere contenuti digitali già esistenti (materiali di repertorio purché liberi da diritti), oppure dirette streaming di concerti e spettacoli ma anche visite virtuali a musei, reading e brevi video su testi e autori prodotti da biblioteche e archivi. E ancora film e documentari realizzati da produzioni regionali sostenute dalla Film Commission, o servizi giornalistici di approfondimento a cura della redazione di Emiliaromagnacreativa.

Venerdì 13 marzo prende il via, dalle ore 18, la striscia quotidiana #laculturanonsiferma visibile anche sul canale 118 del digitale terrestre.

Le adesioni degli operatori stanno già arrivando numerose e hanno portato alla creazione di un primo palinsesto in programma per il weekend. La raccolta work in progress dei materiali porterà ad una programmazione che verrà comunicata settimanalmente.  

In  particolare, l’Istituto per i Beni Culturali ha lanciato la campagna “Al Museo per voi/In Biblioteca per voi /in Archivio per voi. Incontri con i curatori delle collezioni dell’Emilia-Romagna” (#almuseopervoi; #inbibliotecapervoi; #inarchiviopervoi), finalizzata a raccogliere e diffondere i contenuti culturali che gli stessi direttori e curatori produrranno, anche con brevi video realizzati con lo smartphone: un’opera d’arte, un libro, un documento storico.

Per quanto riguarda il cinema e l’audiovisivo, già grazie alle prime adesioni si potranno vedere produzioni distribuite da I Wonder Pictures come “Searching for Sugar Man” e sostenute dalla Emilia-Romagna Film Commission come il “Vangelo secondo Matteo Z. Professione Vescovo”,documentario di Emilio Marrese.

Evento speciale, sabato 14 marzo, alle 21:00, la diretta streaming Garrincha Loves Casa Tua il festival casalingo che l’etichetta indipendente Garrincha Dischi ha deciso di organizzare in diretta dalle case dei suoi artisti verso i monitor e le tv degli Italiani.
Garrincha Loves Casa Tua è un festival casalingo, servito a domicilio in una maniera assolutamente innovativa, che include simultaneamente la trasmissione in streaming e su satellitare terrestre al canale 118 di Lepida TV. Condotta dai “regaz” de Lo Stato Sociale, la kermesse conta 10 artisti della casa discografica bolognese tra cui The Bluebeaters, CIMINI e tante altre sorprese.

Il programma del weekend: dal 13 al 15 marzo a partire dalle ore 18

Venerdì 13 marzo

–          Sigla apertura striscia #laculturanonsiferma a cura di Lepida TV
–          Presentazione del progetto dell’assessore regionale alla Cultura e Paesaggio Mauro Felicori–          Artistinpiazza: cortometraggio a cura del festival Artistinpiazza di Pennabilli
–          Video musicale di un artista del Meeting delle Etichette Indipendenti–          Searching for Sugar men:  documentario, biografico, musicale, – Svezia, Gran Bretagna, Finlandia, 2012, durata 86 minuti, del 2013; distribuito da: I Wonder Pictures. Una     carriera brevissima ma straordinariamente promettente, quella di Sixto Rodriguez, prima che scomparisse nel nulla. Due fan scoprono, però, che il cantautore potrebbe essere ancora vivo e lo cercano in Sudafrica.  
–          DIRETTA STREAMING 21:30 Piero Odorici & Friends. Live a porte chiuse presso il Camera Jazz Club di Bologna. Piero Odorici, sassofono – Stefano Senni, contrabbasso – Dario Rossi, batteria – Marco Bovi, chitarra – Emiliano Pintori, pianoforte.

sabato 14 marzo

–          Sigla apertura striscia #laculturanonsiferma
–          Intervista/presentazione progetto a cura dell’assessore Mauro Felicori
–          Artistinpiazza – “Il vento e il funambolo”: documentario del festival di Pennabilli
–          Video musicale di un artista del Meeting delle Etichette Indipendenti–          Musica Insieme 1914-1918_La Grande Guerra: Versi di trincea – Vittorio Franceschi legge poesie di Giuseppe Ungaretti – il duo pianistico Ammara – Prosseda esegue musiche di Johann Sebastian Bach, Alfredo Casella, Arnold Schoenberg.
–          DIRETTA STREAMING 21:00 Garrincha Loves Casa Tua

Palinsesto domenica 15 marzo

–          Sigla apertura striscia #laculturanonsiferma
–          Intervista/presentazione progetto a cura di Mauro Felicori
–          Artistinpiazza – il vento e il funambolo: documentario del festival di Pennabilli
–          Video musicale di un artista del Meeting delle Etichette Indipendenti–          Vangelo secondo Matteo Z. Professione Vescovo: documentario di Emilio Marrese (2019). Il mestiere del vescovo nell’interpretazione che dà alla sua missione l’Arcivescovo della Diocesi di Bologna, Monsignor Matteo Maria Zuppi.  Il film – che ha ottenuto l’entusiasta e immediata adesione del Vescovo stesso – non è una celebrazione biografica, ma il fedele ed emblematico racconto cronachistico di una sua giornata di “lavoro” nei momenti privati e pubblici, dall’alba alla notte.

Come aderire all’iniziativa

Per aderire all’iniziativa, tutti gli operatori culturali devono compilare un format  indicando  le caratteristiche dell’evento che si intende mettere a disposizione per la messa on line sulle piattaforme regionali. Nel caso di operatori dello spettacolo e del cinema, il format compilato va inviato a cultura@regione.emilia-romagna.it,mentre per operatori di musei, biblioteche e archivi  l’indirizzo di posta dedicato alla raccolta dei materiali è laculturanonsiferma@regione.emilia-romagna.it. Va indicato nell’oggetto della mail l’hashtag: #laculturanonsiferma. Verranno poi selezionate le iniziative più interessanti ed inserite nella proposta regionale on line.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *