Gran finale all’Ippodromo con l’Europeo e i vip

«L’ippica vive di storie» ricorda Marco Rondoni direttore di Hippogroup; storie e passioni per il trotto che in 100 anni, dal 1922, hanno arricchito la storia di una città che attraverso l’ippica e il suo ippodromo si è fatta conoscere in Italia e in Europa. Storie culminanti nel Campionato Europeo; l’attesa finale di stagione torna domani dalle 20 (con prologo dalle 18) per l’88° edizione. L’Europeo del centenario del Savio si annuncia di grande richiamo per la presenza di trottatori di alto livello che promettono due prove, oltre alla probabile bella, avvincenti «come non avviene da molti anni». Un Europeo di rinascita che «sta facendo tornare le fazioni dei tifosi per l’uno o l’altro cavallo»; e che, al di là dell’evento sportivo, contiene già una storia. I guidatori di Cokstile e Usain Toll sono padre e figlio, pronti a battagliare in pista. «Sarebbe un sogno poter correre la bella con mio figlio», dichiara il driver Vincenzo Piscuoglio Dell’Annunziata.

La cornice dell’Europeo sul parterre si annuncia da gran sera, in collaborazione con Orogel; legati ai Grande fratello vip sono i tre ospiti popolari; madrina dell’Europeo è Soleil Sorge (1994) bella e determinata, nata a Los Angeles da madre americana e padre italiano, influencer, già protagonista di Isola dei famosi e GF vip. L’accompagna l’attraente Pierpaolo Pretelli (1990) che si è messo in mostra vocalmente a “Tale e quale show”; a fare da chioccia arriva Alfonso Signorini, direttore di “Chi”, opinionista già ospite dell’Europeo 2017. «Ha chiesto di tornare perché gli ha portato fortuna». Gli ospiti si racconteranno al microfono di Federica Mosconi di Teleromagna e nel salotto tivù di Luciano Poggi.

Alle 18 sul grande schermo si trasmette per i tifosi di calcio il derby Milan-Inter; segue un intervento musicale della cantante vocalist Annastella Caporeale e band. Padre musicista, Annastella ha una voce che ha accompagnato molti artisti, da Cremonini a Nannini, da Shel Shapiro a Umberto Tozzi a Enrico Ruggeri. Così pure i suoi musicisti hanno suonato con cantanti noti. Lo spettacolo ha pure il fascino della parata “Les Montgolfières”. All’interno, nel salone, è da vedere la mostra “Del centenario”: foto, cartoline, cimeli, pezzi unici come il trofeo del primo Europeo del 1921 corso a Ravenna. A mezzanotte innovativi fuochi d’artificio “silenziosi”. Intanto il Comune ha rinnovato la concessione dell’ippodromo a Hippogroup fino al 2032; dopo l’Europeo, si avvierà il rifacimento dell’impianto di illuminazione che sfiora i due milioni di euro. Ingresso euro 2-4.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui