Giustizia, accordo San Marino-Italia sulle misure alternative alla detenzione

Il carcere non è l’unica risposta al reato”. Firmato l’accordo fra Italia e San Marino sulle misure alternative alla detenzione, sulle sanzioni sostitutive delle pene detentive e sul reinserimento sociale dei condannati. In occasione della visita ufficiale della Ministra della Giustizia Marta Cartabia a San Marino, è stato firmato tra le due Repubbliche, per il tramite dei rispettivi Ministri della Giustizia, l’accordo sul reciproco riconoscimento ed esecuzione delle decisioni giudiziarie in materia di misure alternative alla detenzione, sanzioni sostitutive di pene detentive, liberazione condizionale e sospensione condizionale della pena.

Si tratta del primo accordo sottoscritto dall’Italia, in tema di esecuzione di pene non detentive – con un Paese extra Ue. L’accordo è volto a favorire il reinserimento sociale delle persone condannate, attraverso misure che – come è ormai consolidato – favoriscono la riduzione del tasso di recidiva, contribuendo così ad una società più sicura. Consentirà, nei casi in cui sia concessa la sospensione condizionale della pena o siano state applicate misure alternative alla detenzione o sanzioni sostitutive da eseguirsi nella comunità di scontare la pena nel proprio Stato di cittadinanza o residenza e non in quello nel quale la sentenza è stata pronunciata.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui