Giunta regionale, Rimini fuori. Petitti presidente del consiglio

RIMINI. Aveva detto che avrebbe presentato la nuova giunta entro domenica, il presidente regionale Stefano Bonaccini è riuscito a trovare i giusti equilibri un po’ prima e questa mattina a Bologna presenta la squadra di governo. Lo diciamo subito, la provincia di Rimini non sarà rappresentata, dopo due legislature presidiate da Maurizio Melucci (turismo) ed Emma Petitti (bilancio). La Romagna, è noto, può contare sulla conferma al turismo di Andrea Corsini (da Ravenna) che oltre al turismo avrà anche le infrastrutture. E ci sarà un’assessora di Cesena, proveniente dal mondo universitario.

Si diceva di Emma Petitti. L’assessora uscente il 26 gennaio ha conquistato un posto nel consiglio regionale con un importante bottino di preferenze: 8mila. Non entra in giunta, ma per lei si profila comunque un ruolo di primo piano, la presidenza dell’assemblea legislativa. Ovviamente manca l’ufficialità, anche perché la votazione in aula è prevista per il 28 febbraio, ma l’operazione è data comunque per acquisita, il territorio riminese ben difficilmente può essere lasciato senza alcuna rappresentanza a Bologna.

Il presidente della Regione Stefano Bonaccini ed Emma Petitti

Due giorni fa il governatore Bonaccini ha confermato l’ingresso nella squadra di governo di Elly Schlein (Emilia Romagna Coraggiosa) con il ruolo di vice presidente, la delega alle politiche di welfare e un ruolo prioritario nel coordinamento di un nuovo Patto per il clima. Insieme a lei entra in giunta anche Mauro Felicori (Lista civica del presidente) ex responsabile della Reggia di Caserta. Già ufficializzato pure Vincenzo Colla allo sviluppo economico e al lavoro.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui