Giunta itinerante, tappa al quartiere Al Mare; le priorità segnalate da cittadini ed esercenti

Giunta itinerante, prima tappa al Quartiere Al Mare. All’ordine del giorno i progetti realizzati (rotonda di Ruffio, riasfaltatura del tratto stradale di Macerone e lo sviluppo degli eventi in tutte le frazioni) gli interventi in corso e le necessità condivise dai cittadini. Questa mattina il Sindaco Enzo Lattuca e gli Assessori hanno inaugurato il tour nei dodici quartieri, e nelle frazioni del Comune di Cesena, incontrando i cittadini e gli esercenti del Quartiere Al Mare. Ad accompagnare la Giunta c’erano il Presidente del Quartiere Andrea Montanari e una rappresentanza del Consiglio che si riunirà al completo nella serata di domani, mercoledì 15 giugno, per un secondo incontro con Sindaco e Assessori.

“Dopo la sottoscrizione dei patti di Quartiere – commenta il Sindaco Enzo Lattuca – questa mattina abbiamo ripreso il confronto sul territorio sullo stato di attuazione dei patti e in relazione alle prospettive future. Nel corso di questi due anni il dialogo con i Quartieri non è mai mancato ma riunirci settimanalmente sul territorio ci consente di riprendere il dialogo di persona con la città, esattamente come avveniva prima della pandemia, e osservare da vicino quanto richiesto dai cittadini individuando insieme le soluzioni più efficaci. In questi ultimi anni – prosegue il Sindaco – ci sono stati cambiamenti notevoli dovuti al contesto pandemico ma anche al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza che ci assicura finanziamenti importanti che comportano una radicale riorganizzazione della programmazione garantendo nuove risposte ai cittadini. In relazione al Quartiere Al Mare quasi tutte le richieste rivolte riguardano la messa in sicurezza delle strade provinciali e comunali e un potenziamento del trasporto pubblico locale, soprattutto in relazione alla frazione di Bulgarnò”.

Dopo la Giunta, Sindaco e Assessori insieme al Presidente Andrea Montanari e ai Consiglieri Miriam Zanoli, Antimo Ferraro, Marco Fabbri, Pierpaolo Licheri e Alex Baiardi hanno fatto tappa nelle diverse frazioni del Quartiere per vedere da vicino i punti più critici evidenziati dal Quartiere. Prima tappa al campetto da calcio a 5 di Ruffio che rientra nel progetto di valorizzazione delle aree sportive “Green City Cesen”; seconda tappa a Macerone con la proposta di creare nuovi attraversamenti pedonali rialzati per mettere in sicurezza il tratto stradale; terza tappa la via Provinciale Ruffio; quarta tappa Bulgarnò con la proposta di creare una fermata della linea 21 del trasporto pubblico locale. La mattinata è stata conclusa con la visita al centro estivo di Ponte Pietra.

“È sempre indispensabile – commenta il Presidente di Quartiere Al Mare Andrea Montanari – poter contare su un momento di confronto con l’Amministrazione comunale anche perché i Quartieri hanno bisogno di sentirsi al centro dell’azione amministrativa. Noi tutti sviluppiamo un lavoro a titolo di volontariato che bene si inserisce nell’attività quotidianamente svolta dalla pubblica amministrazione. Fino ad oggi ci siamo concentrati su un’opera di pianificazione territoriale già prevista all’interno dei rispettivi patti di Quartieri ma la priorità assoluta continua ad essere rappresentata dalla messa in sicurezza delle provinciali Sala e Ruffio e della comunale Capannaguzzo, dalla creazione di collegamenti, anche ciclabili, che facciano sentire meno isolate le nostre frazioni. È questo il caso di Bulgarnò, ad esempio, ma anche di Capannaguzzo e Macerone, per le quali abbiamo richiesto la realizzazione di una pista ciclabile. Il quartiere Al Mare infatti è dislocato in maniera disomogenea ed è il secondo per ampiezza territoriale: a questo proposito, in relazione alla programmazione degli eventi del biennio 2022-2023 abbiamo pianificato iniziative in tutte le frazioni del quartiere e non unicamente a Ponte Pietra, così come avvenuto per molti anni. Nel corso di questi due anni – prosegue Montanari – l’Amministrazione comunale è riuscita a ottenere risultati importanti, alcuni dei quali attesi da oltre trent’anni: si pensi alla rotonda di Ruffio ma anche all’esecuzione dei lavori di Hera e all’asfaltatura del tratto di Via Macerone. Nel prossimo futuro Quartiere e Comune dovranno lavorare in piena sinergia per la messa in sicurezza delle strade, con interventi mirati che guardano alla salvaguardia dei pedoni e degli utenti della strada e con opere ordinarie di manutenzione dell’asfalto e della segnaletica”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui