Giornata del teatro tra piazza e celebrazioni a porte chiuse

È una bella signora sessantenne la Giornata mondiale del teatro, istituita nel 1961 a Vienna durante il IX Congresso mondiale dell’Istituto Internazionale del Teatro. A celebrarla la prima volta, il 27 marzo 1962, fu Jean Cocteau, poeta, saggista, drammaturgo e molto altro. In questo sabato 27 marzo 2021 è l’attrice inglese “regale” Helen Mirren (premio Oscar 2007 per “The queen”) a farsi ambasciatrice del mondo vulnerabile ma indistruttibile del teatro, che sa alitare pensieri e sentimenti che si nutrono di cuore.

Il Bonci

Chi dovrebbe ripartire è il teatro Bonci di Cesena che, agli sgoccioli della lunga fase di manutenzione, è in attesa di aprire il sipario. Non ci sono rappresentazioni per questa Giornata; sulla pagina Facebook della Biblioteca Malatestiana e di Ert, però, oggi alle 18 va in onda Poesia dai manoscritti con il video “Da tanta oscurità, luce sì chiara. Lucrezio De rerum natura” e un omaggio a Giacomo Leopardi. Ert aggiunge un messaggio per il pubblico.

Il commento istituzionale

«Purtroppo a oggi non abbiamo alcuna indicazione che ci consenta la riapertura del nostro Bonci – fa sapere l’assessore Carlo Verona –. Avevamo programmato, per il 26 marzo, alcune registrazioni all’interno del teatro, cosa questa che non è stata concessa. Abbiamo perciò deciso di aspettare. Stiamo comunque lavorando al programma della riapertura».

È arrivata la fine lavori per il Bonci?

«I lavori sono quasi ultimati, del tutto per la parte più corposa mentre è ancora in fase di trattamento il parquet della platea; opera questa che si concluderà assolutamente entro il 2 aprile».

Ert e teatro Bonci mancano ancora di una direzione artistica.

«Il bando è tuttora in fase di selezione; si è conclusa una prima parte di scrematura, attualmente è in corso la seconda fase. Mi auguro che entro aprile avremo il nuovo direttore».

Intanto a Rimini

Questa mattina 11.30 in occasione della Giornata mondiale del teatro si torna a manifestare in piazza Cavour a Rimini per l’emergenza lavorativa dello spettacolo dal vivo.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui