Giochi del Mediterraneo, venti romagnoli a caccia di podi in Algeria

Scatteranno sabato con la cerimonia di apertura i Giochi del Mediterraneo in programma in Algeria ad Orano, che si concluderanno mercoledì 6 luglio. Una edizione un po’ schiacciata dalle tante manifestazioni internazionali di questa estate ma che mantiene il fascino dei grandi appuntamenti del passato e che precede l’edizione che verrà disputata in
Italia, a Taranto nel 2026. Sono ben 24 le discipline in programma e sono 20 gli atleti romagnoli o romagnoli “acquisiti” che parteciperanno alla manifestazione.

Nuoto

Il contingente più nutrito è proprio quello del nuoto, con tanti romagnoli di punta. Innanzitutto Fabio Scozzoli. Il capitano della Nazionale prova a rimettersi in carreggiata dopo un periodo all’insegna della sfortuna. Sarà al via dei 50 e dei 100 rana con ambizioni di podio. La veterana di Castel San Pietro, Ilaria Bianchi, punta alla quinta presenza olimpica e vuole ripartire da un buon risultato ai Giochi. Sarà al via nei 50 e 100 farfalla, in forse la partecipazione ai 200. E’ in pieno carico ma potrebbe arrivare un riscontro cronometrico interessante. Alessia Polieri, dopo l’intenso inverno della vasca corta, torna ad un appuntamento internazionale con il desiderio di testarsi in chiave qualificazione a Roma. Può fare bene nei 200 farfalla e nei 400 misti. Carlotta Zofkova non vuole essere da meno, per quelle che sono le sue potenzialità, del suo compagno di allenamento a Verona, Thomas Ceccon, che ha strabiliato a Budapest. Punta ad un buon 100 dorso, sarà al via anche nei 50 ma vuole esserci al suo sesto Europeo consecutivo, magari con una medaglia al collo. Anita Bottazzo, portacolori dell’Imolanuoto e ormai protagonista assoluta a livello nazionale, prova a fare bene anche a livello internazionale: 50, 100 e 200 rana le sue specialità.

Lotta

Due gli atleti romagnoli al via in questa disciplina Mirco Minguzzi, fratello d’arte, è reduce dal quinto posto nei -87 kg della grecoromana all’Europeo e può puntare in alto anche se gli avversari di qualità non mancheranno. La riolese classe 1998 Enrica Rinaldi, dopo lo splendido bronzo nella classe -76 kg agli Europei di Budapest, punta ad un altro alloro internazionale ad Orano.

Pallamano

L’Italia è inserita nel gruppo A con Egitto, Serbia, Tunisia e Slovenia. Il castellano Davide Bulzamini, terzino sinistro dell’Incarlopsa Cuenca, è uno dei punti di forza della Nazionale azzurra che vuole ben figurare.

Atletica Leggera

Una sola rappresentante romagnola, Marta Morara. La lughese è fra le migliori interpreti italiane del salto in alto, vanta anche un terzo posto agli Assoluti e quest’anno ha saltato 1.85.

Tiro a volo

Un campione del mondo e una campionessa olimpica e di tutto. Daniele Resca, conselicese di adozione (si allena al Madonna del Bosco), è stato campione del mondo di Trap nel 2017 e quest’anno ha ottenuto un prestigioso terzo posto in Coppa del Mondo a Baku. Jessica Rossi, campionessa olimpica di Trap nel 2012 a Londra, ha partecipato a tre edizioni dei giochi ed è stata due volte campionessa del mondo: le manca il titolo dei Giochi del Mediterraneo, più volte sfiorato.

Tiro a Segno

Uno dei talenti più cristallini del tiro a segno nazionale viene da Ravenna e può togliersi grandi soddisfazioni, Sofia Ceccarello. E’ giovanissima, ha già all’attivo una partecipazione olimpica con finale persa all’ultimo bersaglio. Ha la possibilità di rifarsi e punta ad un doppio podio, la carabina individuale e quella a squadre.

Taekwondo

La lavezzolese Martina Corelli nella categoria -49 kg lproverà a conquistare il podio dopo l’eliminazione ai quarti subìta all’Europeo di maggio.

Pallavolo

Nel girone con Egitto e Macedonia la formazione maschile che vede ben due romagnoli figli d’arte al via nella formazione azzurra. Francesco Recine, dopo il titolo europeo, la controversa stagione a Piacenza e la prima settimana di Vnl 2022 con la maglia azzurra, può essere un trascinatore. Il ravennate Davide Gardini, figlio del campione del mondo Andrea, torna in Italia dal prossimo anno dopo l’esperienza negli States e giocherà a Padova. Già due volte in Nazionale in Vnl, può essere una alternativa importante agli schiacciatori titolari.

Una romagnola purosangue e una romagnola acquisita nella formazione azzurra che parte tra le favorite nel torneo femminile, in girone con l’Italia Spagna, Turchia e Algeria. Il libero di Firenze, Sara Panetoni, scuola Teodora Ravenna, affronta il primo vero torneo internazionale con grandi ambizioni. Ilaria Battistoni arriva da Pesaro ma è romagnola a tutti gli effetti e ha partecipato a tutta la travolgente cavalcata dalla B2 alla A2 di San Giovanni in Marignano con cui ha vinto una Coppa Italia di A2. Per lei primo grande appuntamento internazionale.

Scherma

Il forlivese di stanza a Torino, Giacomo Paolini, portacolori dell’Esercito, punta ad una medaglia nella gara di spada. E’ già salito sul trerzo gradino del podio agli Assoluti ed è stato 24° nell’ultima tappa di Coppa del Mondo.

Calcio

Il savignanese Nicola Bagnolini e il ravennate Antonio Raimondo fanno parte della Nazionale azzurra che debutterà contro il Portogallo e giocherà nel girone con Grecia e Turchia.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui