Gianna Nannini in concerto a Cesenatico fa “La differenza”

Gianna Nannini da Siena, celebrata rocker, cantautrice che sa unire l’anima rock con ballate anche romantiche, ha dovuto rinunciare nell’estate ai concerti nei palasport e sulle grandi piazze. Si è così inventata il tour Piano forte Gianna Nannini. La differenza concerto pensato per spazi più intimi e teatrali, offrendo l’opportunità anche al pubblico di Ribaltamarea di poterla applaudire. Nannini si esibisce nell’arena di largo Cappuccini di Cesenatico lunedì 2 agosto alle 21.15 per un concerto evento, unica data in Emilia Romagna. L’artista si misura in un concerto essenziale, in duo con il suo pianoforte, imprimendo anche un’anima meno esibita alle sue canzoni, sia recenti, sia più classiche e famose. Fra l’altro il mese scorso è tornata a echeggiare la sua “Estate italiana” realizzata con Edoardo Bennato per i Mondiali di Italia ’90, trent’anni dopo con esito più felice per la vittoria europea. Il concerto di Cesenatico offre una nutrita scaletta di oltre trenta brani che compongono una preziosa antologia di un’artista unica, che ha saputo associare a testi e musica una vena comunicativa che l’ha fatta amare anche a chi non ama il rock.

Le parole di Gianna

La prima parte del concerto è dedicata ai brani dell’ultimo disco “La differenza” (Sony music) disco questo uscito a fine 2019, alla vigilia dello scoppio pandemico, a due anni da “Amore gigante”; (la track list comprende “La differenza”, “Romantico e bestiale”, “Motivo feat. Coez”, “Gloucester Road”, “L’aria sta finendo”, “Canzoni buttate”, “Per oggi non si muore”, “Assenza”, “A chi non ha risposte”, “Liberiamo”). Gianna lo ha voluto realizzare “alla vecchia” ovvero nel Blackbird Studio di John McBride a Nashville, Tennesse, regno dell’analogico e di grandi produzioni artistiche blues-rock. «Da tempo pensavo a un tour con il pianoforte – fa sapere Nannini – , l’occasione perfetta si presenta ora, dato che la capienza per i concerti è ridotta e bisogna mantenere il distanziamento. Condizione che mi ha portato a realizzare, come sognavo da tempo, un concerto che dia la sensazione di essere a casa. È un concerto “piano e forte” – aggiunge – come lo sono le mie canzoni, soprattutto il mio disco “La differenza”. Quando ho iniziato a lavorare all’album – racconta – , ho deciso di trovare una stanza per scrivere in tranquillità, ispirandomi al saggio di Virginia Wolf “Una stanza tutta per sé”. Anche per questo, considerando questo nostro tempo, mi sono detta perché non riproporre la stessa intimità a un pubblico contenuto nei numeri».

Un tour di differenze

Il senso del disco si esprime anche nel tour di Nannini. «Io che ho sempre scritto di uguaglianza, di libertà e libertà dalle paure – dichiara ancora – , non ho paura di guardare, di amare, di abbracciare chi sa fare la differenza. A volte è la gentilezza a farla, a volte la forza, o il coraggio. Tutti siamo capaci di gesti che ci portano fuori dalla ripetizione, dalla prevedibilità a cui spesso sacrifichiamo la nostra vita. Così questo tour parla del piano e del forte, delle differenze, di come convivono in ognuno di noi. Ho passato questo periodo di assenza dalle scene tra corse intorno al mio quartiere a Milano, e lo studio classico del pianoforte, sono contenta che sia venuto il momento di questo tour».
Ingresso: euro 50.

Info: 0547 79274

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui