Giallo del medico morto a Campiano: nulla osta per la sepoltura

La procura ha rilasciato il nulla osta per la sepoltura del dottor Danilo Molducci, l’ex medico di base residente a Campiano (frazione nelle campagne del forese Sud di Ravenna) morto a 67 anni in circostanze sospette venerdì 28 maggio, all’interno della sua abitazione. Sabato si terranno i funerali.

Parallelamente proseguono le indagini dell’inchiesta aperta dal sostituto procuratore Angela Scorza con l’ipotesi di omicidio volontario, che vede indagati il figlio del defunto, il 39enne di Castrocaro Stefano Molducci, e l’assistente domestica del 67enne, una signora di origini romene di 51 anni. Gli agenti della Squadra Mobile in questi giorni hanno sentito persone vicine al dottore – in pensione da una decina di anni e debilitato da diverse patologie – per fare luce su un quadro inizialmente classificato come morte naturale, ma divenuto un giallo alla luce di alcune rivelazioni: fra queste, il fatto che il medico si fosse rivolto a un investigatore privato di Trento, chiedendogli di indagare su un cospicuo ammanco nelle proprie finanze, superiore al milione di euro.

La salma del dottor Molducci era stata bloccata dalla Procura in vista dell’autopsia, eseguita mercoledì dal medico legale veronese Dario Raniero. Da un primo riscontro, non sono emerse tracce riconducibili alle più frequenti cause di morte naturale. Motivo per cui verranno eseguite ulteriori analisi di laboratorio ed esami anche di tipo tossicologico.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui