Calcio Serie C, Ghirelli: “Nessun passo indietro”

Il Presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, ha prodotto anche oggi un comunicato stampa. Dopo il Consiglio Direttivo di sabato, la terza lega del calcio italiano pensava di aver preso il centro del ring e invece si ritrova ora alle corde. Compito del suo presidente intervenire.

Rispetto a quanto ho letto su alcune testate, vorrei specificare che non ho fatto marcia indietro, nemmeno di un centimetro. Ribadisco che ho solo spiegato l’iter come nella lettera che ho indirizzato ad un presidente di Comitato Regionale Lnd con cui ho dialogato e che mi chiede unità tra Lega Pro e Lnd perché hanno enormi affinità. Quindi riassumendo:

A) Il Consiglio Direttivo discute e propone l’odg per l’Assemblea convocata il 4 maggio pv, a ridosso della presumibile data di convocazione della riunione del Consiglio Federale.

B) L’Assemblea, nella sua autonomia, discuterà e delibererà. Gli atti che saranno di esclusiva competenza dell’Assemblea saranno approvati e dopo la pubblicazione dei relativi CU diventeranno operativi ed applicabili. Gli atti che riguardano i poteri in capo al Consiglio Federale saranno inviati per l’iter previsto.

C) Nell’iter di avvicinamento al Consiglio Federale, la Lega Pro avrebbe fatto ed, ora, reitererà la richiesta di incontri per spiegare e confrontarsi con le altre componenti federali. Questo è un iter corretto istituzionalmente e su cui nessuno può obiettare nulla e, altresì, nessuno può ritenere che si possa interferire. Siamo nel campo della autonoma deliberazione di ogni soggetto istituzionale. Nel merito sono proposte del Consiglio Direttivo quelle che verranno sottoposte all’Assemblea che potranno essere accettate, modificate, integrate, respinte. Nessuno pensa di prendere decisioni contro un’altra lega, anche perché occorrerà passare per il consiglio federale e, quindi, sarebbe una scelta miope. Per carità di patria, non voglio sollevare polemiche. Oggi invierò una formale lettera di convocazioni. Mi scuserò per la lettera che è circolata, e che sarebbe dovuta rimanere comunicazione interna come preavviso dell’Odg della prossima assemblea. Qualcuno… ha fatto il furbetto! Grazie per l’attenzione. Da parte mia , sempre ed ancora più oggi, sono per un rapporto con Lnd, scevro da interessi “particulari” e così sono per un rapporto con la Serie B. Spero che tutto sia chiarito ed ognuno segua un corretto percorso democratico all’interno della propria lega e poi ci troveremo in Consiglio federale. La democrazia prevede che gli argomenti vengano messi all’odg, in modo limpido, sarà poi l’assemblea a decidere, valutando tutti i pro e tutti i contro. Il punto che ci unisce è tornare a giocare, quando? Dipende dalle condizioni di sicurezza e dalle possibilità che ogni singola lega sia in grado di attuarle. Io, personalmente, non potrei, ma credo tutti i Presidenti, assumermi la responsabilità di essere stato avventato. Il 21 febbraio us quando fermai Piacenza-Sambenedettese sono stato accusato di essere avventato. Oggi, si tranquillizzino, lo sarò ancora di più, pur avendo il desiderio di tornare in campo non domani ma, ieri.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui