SAVIGNANO. Regalo davvero inaspettato inviato dalla Germania a una barista di Savignano. La titolare del bar “Dolce Mia”, nel quartiere Cesare, nei giorni scorsi si è vista recapitare una scatola di dolci spedita da molto lontano da persone conosciute 40 anni prima e di cui aveva perso le tracce.

Amicizie tra turisti e romagnoli

I romagnoli sono un popolo ospitale e passionale. Non è solo uno stereotipo, è proprio l’indole degli abitanti di questa regione, che anche quando lavorano lo fanno spesso con grande simpatia. Così si sanno fare apprezzare anche da chi arriva dall’estero, e ancor più da chi vive nei Paesi nordici, dove invece le persone hanno di solito rapporti interpersonali più freddi. Anche per questa ragione molti turisti, una volta tornati alle loro case, portano con sé non solo la nostalgia della vita da spiaggia e dei cibi succulenti, ma anche quella delle persone con cui sono entrati in contatto.
Una piccola ma bella storia conferma questo tradizionale aspetto, che resta un punto di forza del nostro turismo.

Lorena e i bavaresi

«Quando avevo 14 anni – racconta Lorena Cucchi, che oggi gestisce un bar nel quartiere Cesare – andai a fare la cameriera in sala in un albergo a Pinarella di Cervia. Lì conobbi e strinsi amicizia con alcune coppie di fidanzati tedeschi che avevano qualche anno più di me e alloggiavano nell’albergo dove lavoravo. In particolare Rita e Thomas Fleischumann, di Schweinfurt (città della Baviera con 115 mila abitanti, ndr), con cui poi sono anche uscita qualche volta, fuori dal servizio. A distanza di qualche anno, mi hanno scritto una lettera, dicendomi che avevano avuto una figlia e l’avevano chiamata Lorena, come me. La cosa mi fece piacere, ma poi null’altro».

Legame più forte del tempo

Tra gli amici di quell’estate di tanti anni fa si sono persi i contatti, come accade spesso. Ma poi il postino ha suonato alla porta di Lorena, che dopo la parentesi giovanile al mare ha svolto altre attività in negozi a Cesena e ora a Savignano è titolare di un bar. C’era da ritirare un pacco e, una volta aperto, Lorena Cucchi ha visto che era strapieno di dolcezze tedesche. A distanza di 40 anni, i coniugi Fleischumann, che nel frattempo hanno avuto un’altra figlia e guarda caso l’hanno chiamato Teresa (altro nome che testimonia il loro legale con l’Italia), hanno rivolto a sorpresa un dolce pensiero a quella loro amica conosciuta quando erano giovani.

«Ricevere una scatola piena di dolciumi proveniente dalla Germania non ha prezzo, soprattutto se arrivano da amici tedeschi conosciuti 40 anni fa e poi persi di vista – commenta, ancora emozionata, la barista savignanese – Non ci sono parole per descrivere lo stupore e la felicità in questi gesti, che vanno al di là del tempo e al di là della lontananza. Grazie Thomas, Rita, Lorena e Teresa».

Argomenti:

Germania

regalo

Savignano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *