Geat, futuro nel segno della transizione ecologica per Riccione, Misano e Cattolica

Il consiglio di amministrazione di Geat srl si è insediato mercoledì scorso per espletare le prime formalità, tra cui l’attribuzione delle deleghe al presidente Fabio Galli.

Si è colta l’occasione per svolgere una prima analisi rispetto ai servizi che rappresentano gli asset aziendali e che sono svolti nei tre comuni soci: Riccione, Misano e Cattolica.

Il nuovo cda intende lavorare non solo nella direzione di consolidare lo storico ma anche in quella di implementare i servizi svolti, guardando a uno sviluppo futuro che possa avere come orizzonte territoriale quello della ‘zona sud’ della provincia di Rimini. Inoltre, vi è la forte volontà di esplorare la possibilità di poter implementare i servizi guardando a tutto il grande filone della transizione ecologica e a come tradurre le politiche in progetti concreti per le amministrazioni comunali: su questo Geat potrà avere un ruolo strategico e di supporto ai Comuni soci. “Consolidamento e sviluppo dei servizi svolti per i Comuni soci, sguardo volto a tutto il territorio coincidente col distretto socio sanitario di Riccione e forte volontà di esplorare l’implementazione di nuovi asset aziendali. Questa la mission che ci siamo dati in cda in occasione del nostro insediamento e che rappresenterà il nostro orizzonte di lavoro dichiara il presidente di Geat Fabio Galli -. Nelle prossime settimane avremo modo di confrontarci in maniera approfondita con le amministrazioni comunali socie della multiutility per condividere la strategia di sviluppo e la redazione di un nuovo piano industriale”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui