Gatteo, piazza e giardino a Sant’Angelo diventano un tutt’uno

Il centro di Sant’Angelo di Gatteo ha ormai cambiato volto. L’amministrazione comunale, dopo aver ottenuto un importante contributo regionale, ha aggiunto fondi propri per lavori che stanno valorizzando l’area urbana e mercatale, con al centro la piazza Fracassi. Un intervento mirato a migliorare la sicurezza e la socialità, per rendere più attrattiva la frazione, patria di importanti musicisti. La piazza intitolata a Arturo Fracassi, famoso liutaio nato a Sant’Angelo nel 1899 e morto nel 1973, è stata sottoposta a una ristrutturazione radicale, unendola al parco di fronte. L’amministrazione ha disposto un miglioramento dell’arredo urbano, usando anche fondi per la riqualificazione delle aree mercatali dei centri storici. La ristrutturazione urbanistica, con progetto esecutivo del geometra sammaurese Michele Romanelli, verrà a costare circa 400.000 euro: circa metà della somma è coperta da un contributo della Regione messo a disposizione dalla Legge 41 per le aree mercatali e lo sviluppo del commercio. Attorno alla piazza ci sono infatti varie attività e lì si svolge il mercato ambulante settimanale. L’area interessata dai lavori è anche a due passi dalle scuole dell’infanzia e primaria, a loro volta interessate da lavori, a cui è stata attribuita un’area verde, ora di loro pertinenza esclusiva.

Oltre alla riqualificazione delle strade adiacenti, sono stati rimessi a nuovi i marciapiedi, dove sono state inserite alberi di altro tipo, meno invadenti e dirompenti rispetto ai vecchi pini. «Le opere che hanno interessato piazza Fracassi – illustra l’assessore ai Lavori pubblici Deniel Casadei – con il parco di fronte, ora unito alla piazza stessa, fanno parte di un progetto nato per raddoppiare l’area che adesso va da piazza Fracassi alla via della scuola. Nella piazza contiamo poi di raddoppiare il numero della bancarelle del mercato del mercoledì, che attualmente sono appena appena tre. Nel verde abbiamo tolto il gioco bocce, non utilizzato, e inseriremo un gazebo, che deve arrivare a giorni, mentre sono stati già posati i nuovi giochi per bambini. L’area ora potrà ospitare in sicurezza loro e le famiglie, creando socialità. I lavori sono a buon punto: mancano solo gli ultimi dettagli e il gazebo, e poi asfalteremo le strade e toglieremo i sampietrini che tendono a saltare via dai dossi, che diventeranno passaggi pedonali rialzati asfaltati. Nel parco, l’anno scorso, è stato anche ultimato il nuovo campo tennis coperto».

In pratica, è stato eliminato un tratto di via Volta e fatto un tutt’uno tra parco e piazza. «Già le estate scorsi – fa notare Casadei – quando c’erano eventi all’aperto, quel tratto di strada veniva chiuso al traffico. Oltre ai nuovi arredi, ora il monumento al Maestro Secondo Casadei, nato a Sant’Angelo nel 1906 e deceduto nel 1971, verrà recuperato e si troverà in una posizione più centrale rispetto a prima».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui