RUBICONE. Gattexit: via libera dall’Unione alla proroga del termine per l’eventuale uscita di un Comune dall’Unione. Ieri pomeriggio si è svolta una giunta dell’Unione Rubicone e Mare: l’assise ha accolto la richiesta di Gatteo di modificare il termine annuale per presentare eventuali uscite: ora c’è tempo fino alla fine del mese di luglio.
Nei giorni scorsi, l’Unione dei Comuni del Rubicone, nata nel 2005 a tre (Savignano, Gatteo, San Mauro Pascoli) e poi allargata a nove nel 2014 (ingresso anche di Cesenatico, Gambettola, Longiano, Roncofreddo, Borghi e Sogliano), ha visto venire allo scoperto qualche mal di pancia. La giunta comunale di Gatteo, infatti, ha commissionato uno studio per capire se vale la pena rimanere o meno dentro all’Unione. Al momento è solo uno studio, ma è stato interpretato da chiunque un po’ come il preludio a un possibile addio. Nell’unione i Comuni hanno tutti conferito quattro funzioni: “sistemi informatici e tecnologie dell’informazione”, “gestione del personale”, “attività di pianificazione di protezione civile e di coordinamento dei primi soccorsi”, “progettazione e gestione del sistema locale dei servizi sociali”, mentre altri singoli servizi sono stati individuati e conferiti da ogni Comune a libero arbitrio, come la polizia municipale, la centrale unica di committenza, e altri.
Ieri pomeriggio si è svolta la prima giunta dell’Unione da quando è arrivato l’annuncio, anticipato dal sindaco Vincenzi ai colleghi e pubblicato dal Corriere Romagna, dello studio commissionato dal Comune di Gatteo. L’agenda però era fitta di argomenti all’ordine del giorno, legati anche all’emergenza sanitaria. Quindi non c’era spazio per un eventuale dibattito e la giunta si è limitata ad accogliere la richiesta di Gatteo di cambiare il regolamento dell’Unione che fino a ieri permetteva di presentare una richiesta di uscita di un Comune dall’Unione solo entro il mese di aprile, mentre ora il termine è stato portato al 31 luglio, anche se servirà una ratifica del Consiglio dell’Unione. «Troppi argomenti da vagliare – informa Filippo Giovannini, sindaco di Savignano – sul tema specifico sollevato da Gatteo ci siamo limitati ad accogliere la variazione del termine di uscita. Ci aggiorneremo per il resto nella prossima riunione. Personalmente credo nella valenza dell’Unione, ma oltre alla sorpresa per questo studio esplorativo non sono emersi fatti nuovi».
«È stata una giunta tranquilla e attenta ai temi urgenti – aggiunge Luciana Garbuglia, sindaca di San Mauro Pascoli e attuale presidente dell’Unione – tra cui quelli legati alla consegna dei buoni buoni spesa e di altri servizi per i cittadini. La delibera di variazione tecnica del regolamento dell’Unione è passata veloce e senza problemi. D’altronde aderirvi è un atto doveroso: ogni Comune è libero di autodeterminare il proprio futuro e l’Unione non costringe nessuno a rimanere contro voglia. Ci sarà tempo poi di approfondire quali siano i reali motivi di questo malessere e di questa insoddisfazione da parte di Gatteo».

Argomenti:

gatteo

san mauro

Savignano

Unione Rubicone Mare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *