Gatteo, il programma di Pivato alle elezioni per il cambiamento

Matteo Pivato ha tolto i veli alla lista civica “Gatteo cambia”. Nel tardo pomeriggio di ieri s’è svolta la presentazione della lista, dei candidati e del programma allo stabilimento balneare Maracaibo di Gatteo Mare, di fronte ai giardini don Guanella.

«Negli ultimi 5 anni- ha detto Pivato -l’attuale giunta non ha accettato i consigli di nessuno. Per fare qualche esempio Gatteo è l’unico paese italiano che si affaccia sul mare senza una spiaggia libera. L’unico territorio della zona senza una colonnina di ricarica elettrica. Quello che fa pagare la tassa di soggiorno più cara (2,50 per turista a giorno), l’unico che non è stato capace di accedere ai benefici del progetto waterfront. E la giunta ha eliminato la Consulta delle associazioni che invece era utile, ha tolto gli spazi alle associazioni per farci degli archivi comunali. Ora c’è bisogno di cambiare».

Su quale sia la prima cosa da fare se eletto, Pivato non ha dubbi: «Fare subito un regolamento per le antenne: è banale ma utile per evitare che sorgano come funghi senza controllo».

Ampio il programma, con vari progetti: «Il castello di Gatteo deve tornare a vivere – ha detto Pivato – riportando al suo interno attività culturali, sociali ed economiche, puntando sui fondi europei come fatto per Villa Torlonia a San Mauro Pascoli. Il centro sociale di Fiumicino deve diventare un luogo di aggregazione con anziani e giovani. La nuova cartolina di Gatteo Mare sarà il “parco della darsena”, un progetto innovativo e sostenibile. Poi la realizzazione del “parco della salute” di Sant’Angelo, un polmone verde al servizio dei cittadini che divida il paese dalla strada provinciale e includa un’area sgambamento, e renda fruibili a tutti le proprie attrezzature sportive. La qualità della vita deve essere garantita a tutti. Metteremo in sicurezza tutte le strade, anche quelle rurali, con un fondo stradale adeguato e materiali ecocompatibili, illuminando mediante lampioni solari e fotovoltaici».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui