Gatteo, al castello aree transennate per alcuni dissesti

Ordinanza del sindaco per mettere in sicurezza due aree attorno al castello. Nei giorni scorsi sono comparsi alcuni transennamenti nell’area storica del castello malatestiano del centro storico del capoluogo.

Personale del comando provinciale dei vigili del fuoco di Forlì-Cesena ha effettuato un sopralluogo in piazza Castello a Gatteo, rilevando alcuni dissesti strutturali lungo il perimetro del castello malatestiano. Avuta la segnalazione, immediatamente il sindaco ha disposto un sopralluogo da parte del servizio lavori pubblici del Comune che ha accertato alcune situazioni di dissesto delle murature esistenti. Preso atto della potenziale vulnerabilità statica nei confronti di eventuali eventi eccezionali e tenuto conto che nei giorni scorsi c’è stata anche diffusa attività sismica nella provincia di Forlì-Cesena, è stata ravvisata la necessità di provvedere alla messa in sicurezza di un paio di aree, con inibizione dell’accesso attraverso il montaggio di recinzioni metalliche fisse.

Alla luce dei riscontri alla segnalazioni dei vigili del fuoco e di quanto appurato dall’ufficio comunale, il sindaco ha emesso una apposita ordinanza, con effetto immediato e con durata indeterminata legata all’eliminazione della situazione di pericolo, con ovvio divieto di accesso e transito pedonale e veicolare all’interno delle aree transennate e recintate. Il primo cittadino è infatti responsabile dell’incolumità pubblica. I dissesti strutturali delle murature esistenti sono in prossimità della scala di emergenza, della casina Manzi e in corrispondenza del torrione sud-ovest. Le lesioni sono tuttavia localizzate e senza segni di recenti evoluzioni che ne pregiudichino la sicurezza statica, ma in caso di eventi eccezionali, occorre garantire la messa in sicurezza delle aree. È stata redatta anche una planimetria che individua con precisione le aree transennate e ora accuratamente recintate. La segnalazione di avvenuta chiusura delle aree interessate si trova anche nell’albo pretorio online del Comune e nella pagina facebook dello stesso ente.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui