Gambettola, presentato il Patto per la Lettura

Presentato nella mattinata di sabato 11 giugno in Sala Fellini a Gambettola il “Patto Locale per la Lettura”, promosso dal Comune. All’evento, curato dall’assessore Serena Zavalloni in collaborazione con l’ufficio cultura e la biblioteca comunale, hanno partecipato le associazioni culturali e i cittadini che hanno poi sottoscritto il Patto.

“Il Patto Locale per la Lettura vuole essere uno strumento con il quale riconoscere nella lettura una risorsa su cui investire e un valore sociale da sostenere – spiega Serena Zavalloni -. In sostanza è un processo attraverso cui il Comune di Gambettola chiede la collaborazione di tutti coloro che considerano la lettura e l’accesso alla conoscenza un diritto fondamentale, un bene comune necessario per il pieno sviluppo della personalità umana nonché risorsa strategica della comunità, con lo scopo di promuovere azioni e politiche attive per la diffusione, il consolidamento e l’accrescimento della lettura tra i propri cittadini. Crediamo infatti nella promozione della cultura – prosegue l’assessore – e riconosciamo nel libro e nella lettura due strumenti insostituibili. Intanto abbiamo individuato la biblioteca comunale come luogo di coordinamento dei progetti, visto che è già il posto da cui proponiamo iniziative per avvicinare al mondo del libro adulti, bambini e famiglie, anche attraverso la collaborazione con le scuole del territorio”.

Il Patto è inoltre propedeutico alla partecipazione del Comune di Gambettola al bando 2022-2023 per ottenere dal Ministero per i Beni e le attività culturali e il turismo, la qualifica di “Città che Legge”. Il progetto “Città che legge”, promosso dal Centro per il Libro e la Lettura del Mic, mira a valorizzare le amministrazioni comunali impegnate a svolgere sul proprio territorio, politiche pubbliche di promozione della lettura.

Il Patto Locale per la Lettura avrà durata triennale e avrà come fine quello di promuovere incontri, iniziative, scambi per incentivare la lettura. Verrà per questo attivato un tavolo di coordinamento a cui parteciperanno i firmatari del patto, che si impegneranno a: avvicinare alla lettura chi non legge; riconoscere l’accesso alla lettura come diritto di tutti considerandola essenziale per il dialogo interculturale; inserire l’inclusione della promozione della lettura (anche per bambini) tra le attività della biblioteca; supportare l’adesione ai progetti del Centro per il Libro; favorire occasioni di contatto fra lettori e autori.

Le attività della biblioteca

La biblioteca comunale di Gambettola partecipa già ad alcune attività promosse dal Centro per il Libro e la Lettura del Mibact, come la campagna nazionale “Libriamoci – Giornate di lettura nelle scuole” e organizza da anni progetti di lettura con le scuole della zona. Anche durante la pandemia, infatti, non si è mai interrotta l’attività del laboratorio “Letture in biblioteca”, realizzata insieme all’Istituto Comprensivo di Gambettola e dedicata a bambini e ragazzi. Anche quest’anno sono stati coinvolti circa 250 alunni di elementari e medie. Inoltre si è svolto, nell’ambito del progetto nazionale “NatiperLeggere”, un ciclo di “letture ad alta voce” dedicato ai bambini da 0 a 6 anni. La biblioteca ha inoltre aderito alla rassegna “Letture in valigia”, una serie di letture itineranti dedicate a famiglie con bambini dai 3 ai 6 anni, promosse dal Centro Famiglie dell’ASP del Rubicone e che ha coinvolto diverse biblioteche e centri culturali della zona del Rubicone. Infine la rassegna letteraria di incontri con gli autori “Il Bosco tra le righe”, organizzata in collaborazione con Teatro del Drago che ha visto la realizzazione di tre serate nel teatro comunale con la partecipazione di autori di rilevanza nazionale. Dato l’apprezzamento del pubblico, verrà probabilmente riproposta, collaborando con Scrittura Festival e con il direttore Matteo Cavezzali. Si intende poi proporre, nei prossimi mesi, la costruzione di un gruppo di lettura in biblioteca, un’esperienza di “lettura condivisa” dove i partecipanti, dopo aver letto in privato un libro scelto in comune, ne parleranno insieme. La partecipazione sarà libera, gratuita e aperta a tutti.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui