Gambettola: nuovo progetto per piazza Pertini

Piazza Pertini, progetto stravolto e tempi allungati, ma c’è un contributo regionale. In consiglio comunale sono state comunicate novità sostanziali sul progetto. Il cambio al vertice della Soprintendenza ha rivoluzionato la struttura progettuale iniziale.

La piazza con il buco

La piazza Pertini contiene al centro i reperti a vista di un’antica fattoria medievale. Il consigliere di minoranza Emiliano Paesani ha presentato un’interrogazione sullo stato dei lavori per la riqualificazione. «Nel mese di marzo – ha ricordato Paesani – abbiamo potuto vedere la nuova piazza nella presentazione dell’architetto Boschetti. Una piazza molto verde e tondeggiante, che inglobava totalmente lo scavo, che noi invece avevamo proposto di pavimentare. Quando nei mesi seguenti abbiamo proposto un concorso di idee per raggiungere la migliore soluzione possibile ci è stato risposto che ormai l’architetto aveva svolto il lavoro e che il progetto, dopo le serate online, aveva preso forma. I lavori sulla piazza però ancora tardavano a iniziare». Le risposte in assise sono state date dal consigliere esterno Ivano Piraccini. «Altro elemento emerso in risposta all’interrogazione è che il costo della piazza da 204 mila euro è più che raddoppiato – ha concluso Paesani – possibile che l’Amministrazione a marzo abbia presentato un progetto senza il benestare della Soprintendenza?».

La sindaca risponde

L’Amministrazione comunale pensava di ridare vita e decoro alla piazza, ma ora ci sono sono due novità come spiega la sindaca di Gambettola: «Innanzitutto – comunica Letizia Bisacchi – in base alla legge regionale 41 abbiamo avuto un contributo di 152mila secondo un crono programma ben preciso. Il 10% della somma verrà attribuito sull’annualità 2021 e utilizzato per la progettazione, il 60% sull’annualità 2022 e il 30% sul 2023. Questo è un grande risultato che però allunga i tempi dei lavori. D’altro canto l’iniziale progetto non è piaciuto all’attuale nuova soprintendente che ha chiesto il rispetto delle linee dell’intero perimetro dell’antica fattoria medievale. Questo ci ha obbligato a presentare due progetti diversi. La seconda soluzione, molto meno invasiva, è piaciuta alla Soprintendenza. Per la spesa complessiva l’ammontare si avvicina ai 300mila euro , mentre in precedenza avevamo solo preventivato la spesa del primo stralcio e non avevamo definito il secondo. Abbiamo già dato incarico a Juri Boschetti per la stesura del progetto definitivo».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui