Gambettola, artisti nell’ex casa del capotreno: inaugurazione

“Stazione degli artisti” a battesimo ieri pomeriggio, alla presenza del presidente della Regione, Stefano Bonaccini. A fare gli onori di casa Letizia Bisacchi e Serena Zavalloni, rispettivamente sindaca e assessora alla cultura del Comune di Gambettola. E non poteva mancare Alessandro Piraccini, di “Internoundici architetture”, che ha curato il progetto. Già allestita anche una prima mostra di opere d’arte. Su piazza Martiri d’Ungheria si affaccia ora uno spazio stimolante, nato dalla rigenerazione dei locali posti al primo piano della stazione ferroviaria di Gambettola. Quelli dove in passato abitava il capostazione. L’intervento è stato realizzato grazie a un finanziamento della Regione. È stata immediatamente attivata una residenza d’artista all’interno della nuova foresteria della stazione, accanto alle sale espositive. A vivere per primo questa esperienza è stato Bifido, artista di Caserta con base a Roma, che lavora con il paste-up ed uno dei maggiori rappresentanti italiani della “Poster art”. A fine residenza, realizzerà un’installazione di 11 metri per 9 su una parete dell’ex “Sacta” che si affaccia su viale Carducci. Nello stesso viale c’è anche un’esposizione di maxi fotografie da ammirare, quale arte pubblica diffusa. Lo scoprimento della nuova targa della “Stazione degli artisti” è stato emozionante. «La cultura può trainare l’economia e ben venga questa rigenerazione urbana attuata a Gambettola – ha detto Bonaccini – L’Emilia Romagna sta ripartendo sotto ogni punto di vista e si stanno creando nuovi posti di lavoro». La sindaca Letizia Bisacchi ha sottolineato che «per il Comune di Gambettola questo è un importante progetto di riqualificazione di uno spazio che sarà dedicato all’arte pubblica e alle residenze artistiche, andando a completare l’ampia offerta culturale che il nostro territorio offre alla comunità. L’inaugurazione si tiene nell’ambito del “Bosco urban art project”, seconda edizione, festival dedicato all’arte pubblica, alla street art e alla fotografia, grazie all’associazione “Circuiti dinamici”. La “Stazione degli artisti è uno dei luoghi del festival e ospita una mostra fotografica sul lavoro nel nostro territorio». Sempre da ieri è visitabile la mostra curata dell’associazione “Artèco” e dall’ex assessore Silvio Grilli, in viale Carducci 11. Aperta fino al 17 ottobre, si intitola “Con fusione” e propone immagini sulla rottamazione. Infine, questa mattina alle 10, in piazza Pertini, ci sarà il taglio del nastro del nuovo mercatino dei produttori agricoli.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui