Un uomo di 47 anni residente nel comune di Galeata, mentre stava lavorando nel bosco di sua proprietà, in località Strada San Zeno, è stato aggredito da uno sciame di vespe che lo hanno ripetutamente punto. L’uomo era con il padre, che è stato testimone dell’accaduto. Poco dopo ha accusato un malessere generale perdendo le forze e accasciandosi terra.

Il padre ha telefonato immediatamente al 118, ma in zona non c’era copertura telefonica e ha dovuto percorrere qualche centinaio di metri per raggiungere una zona che avesse linea telefonica da dove ha chiamato il 118 per chiedere aiuto. Erano circa le 10 e la Centrale Operativa 118 Romagna ha inviato sul posto l’ambulanza, l’automedica e la squadra in pronta disponibilità del Soccorso Alpino e Speleologico stazione Monte Falco. Gli operatori giunti sul posto, hanno trovato il padre che li attendeva sulla strada, lo hanno fatto salire sul mezzo fuoristrada e si sono diretti verso il paziente.

Arrivati sul posto, l’uomo colto da malore si era un po’ ripreso, non aveva mai perso conoscenza, e riusciva a camminare. Il personale del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico lo ha fatto salire sul mezzo fuoristrada e accompagnato alla strada dove nel frattempo era già presente sia l’ambulanza che l’automedica. Dopo valutazione da parte del medico, il paziente è stato trasportato all’ospedale di Forlì

Argomenti:

sciame di vespe

soccorso alpino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *