“FuturoPresente”, Riccione Teatro al fianco di Rai Radio3

Comprendere il nostro tempo attraverso lo sguardo di giovani autori italiani che scrivono per il teatro. Questo è l’obiettivo di FuturoPresente, rassegna di drammaturgia contemporanea di Rai Radio3 nata in collaborazione con alcune importanti istituzioni teatrali che promuovono le nuove scritture per la scena. Tra queste istituzioni ha un ruolo di primo piano Riccione Teatro, associazione che organizza il Premio Riccione, il più longevo concorso italiano di drammaturgia, ed è capofila della scuola itinerante di drammaturgia Scritture, diretta da Lucia Calamaro. In onda alle 22.30 della domenica, dal 24 aprile al 19 giugno, FuturoPresente propone nove serate, ciascuna dedicata alla rappresentazione di un testo teatrale scritto da un autore emergente e prodotto in versione radiofonica da un’istituzione di livello nazionale. La maggior parte dei testi non ha ancora debuttato in scena (in alcuni casi il debutto è imminente) e quella radiofonica è quindi un’anteprima. Nel complesso le opere offrono uno spaccato delle tematiche più sentite dalle nuove generazioni, mostrando anche innovative modalità di scrittura.  A inaugurare la rassegna, domenica 24 aprile, è il testo che nell’ottobre scorso ha vinto il 56° Premio Riccione, Carbonio di Pier Lorenzo PisanoLa versione radiofonica della pièce, prodotta dal Piccolo Teatro Milano, vede Pisano impegnato nel doppio ruolo di interprete – al fianco di Federica Fracassi e Mariano Pirrello – e di regista. 

Altre tre serate sono legate a iniziative recenti di Riccione Teatro. Fra maggio e giugno, in particolare, saranno presentati due dei testi nati nel 2021 dalla prima edizione della scuola di drammaturgia Scritture. Il 22 maggio tocca a Il tempo attorno, scritto e diretto da Giuliano Scarpinato, con un cast interamente composto da allievi di Scritture (Arianna Di Stefano, Niccolò Fettarappa Sandri, Lorenzo Piccolo, Andrea Pizzalis e Francesco Spaziani). Il 5 giugno è poi la volta di Nel mio bagno di sangue. Atto unico senza feriti gravi purtroppo, di Niccolò Fettarappa Sandri (regista e anche interprete al fianco di Lorenzo Guerrieri, Arianna Di Stefano e Lorenzo Maragoni). A produrre questi radiodrammi sono due dei partner che insieme a Riccione Teatro organizzano Scritture: il Teatro Stabile di Bolzano (che coproduce Il tempo attorno con la sede Rai di Bolzano) e il Teatro di Sardegna(produttore di Nel mio bagno di sangue). 

È invece prodotta direttamente da Riccione Teatro la versione radiofonica di Flusso, monologo con cui al 56° Premio Riccione Christian di Furia si è aggiudicato la menzione speciale “Franco Quadri” per la capacità di coniugare scrittura teatrale e ricerca letteraria. Interpretato da Lino Guanciale con la regia di Lucia Calamaro, il monologo andrà in onda il 12 giugno.

Gli altri autori della rassegna sono Emanuele Aldrovandi (già Premio Riccione “Pier Vittorio Tondelli 2013”), Matilde Vigna, Klaus Martini, Marco Gnaccolini e Rosalinda Conti. Le produzioni, oltre che ai già citati Riccione Teatro, Piccolo Teatro Milano, Teatro Stabile di Bolzano e Teatro di Sardegna, sono affidate anche a ERT/ Teatro Nazionale, Teatro Stabile Torino Teatro Nazionale, Associazione Autori vivi e Mittelfest. 

Simone Bruscia, direttore di Riccione Teatro, commenta così il progetto: “Grazie a Radio3 e alla cura preziosa di Laura Palmieri e di Antonio Audino, Riccione Teatro partecipa a un progetto radiofonico corale e collettivo che mette al centro le nuove scritture per il teatro. Riccione Teatro non è solo un osservatorio sulla drammaturgia, ma anche un centro di promozione e di produzione, non è solo il Premio Riccione e il Premio Tondelli, ma è anche capofila della scuola Scritture, ed è di fatto una sorta di atlante, il luogo nel quale le storie del nostro tempo si incontrano e sono rappresentate.”

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui