Fusignano, via ai lavori per un secondo bacino per la sicurezza idraulica

A Fusignano sono iniziati i lavori per la realizzazione del bacino di laminazione di via Santa Barbara. La nuova vasca di raccolta delle acque meteoriche segnerà la conclusione degli interventi programmati per la messa in sicurezza idraulica del centro urbano.

Le opere appaltate prevedono lo scavo di un invaso di quasi 20mila mq (di poco più grande rispetto a quanto da poco realizzato in corso Garibaldi) per una profondità di circa 180 cm rispetto all’attuale piano di campagna, il riporto dei terreni per mettere in quota gli appezzamenti agricoli limitrofi (in particolare le unità poderali più basse tra via Santa Barbara e via Buozzi), i manufatti di presa e scarico delle acque, i drenaggi e una sistemazione parziale del nuovo ingresso.

I manufatti in strada di allaccio alla rete fognaria saranno invece in capo a Hera, con un successivo intervento di manutenzione straordinaria che prevede anche alcuni lavori puntuali sulle condotte esistenti, per riequilibrare il sistema scolante cittadino ed estendere così l’efficacia del nuovo bacino di laminazione a una porzione più ampia dell’abitato.

Per consentire i lavori, via Santa Barbara sarà chiusa al traffico nel tratto compreso tra via Fratelli Faccani e via Camminello per circa due settimane, a partire dal 25 luglio: la chiusura, oltre a consentire lo svolgimento in sicurezza dei lavori, permetterà di accelerarne la conclusione.

Il costo dell’intervento è di 300mila euro ed è stato finanziato interamente da fonti ministeriali per la messa in sicurezza del territorio.

«Come Amministrazione comunale abbiamo cercato di rispondere alle preoccupazioni dei cittadini dopo che il nostro territorio è stato sempre più spesso oggetto di piogge torrenziali abbondanti – ha dichiarato il sindaco Nicola Pasi -. Per questo motivo insieme a Hera e al Consorzio di bonifica della Romagna occidentale, abbiamo ripensato al funzionamento del sistema scolante di Fusignano. I due bacini di laminazione di via Garibaldi e di via Santa Barbara sono stati progettati per funzionare in modo sinergico e integrato, attraverso uno studio idraulico modellato sulle fognature del centro storico e dei quartieri a sud dello stesso. La realizzazione di due invasi anziché un unico intervento di dimensione maggiore (scelta comunque obbligata dalla disponibilità delle aree) consentirà una miglior calibrazione degli interventi in base alle diverse intensità e durata delle piogge, nonché un raccordo più efficace con le fognature di quartiere».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui