Fusignano, la scomparsa di Lino Costa: “Una persona speciale”

«È stata una persona speciale. Per me e per l’intera comunità della nostra città». È quanto afferma il sindaco Nicola Pasi nel ricordare Lino Costa, scomparso a 80 anni dopo una malattia, ex assessore comunale alla Cultura con i sindaci Paolo Pirazzini e Mirco Bagnari, già presidente della Pro loco e della Pia Fondazione Francesconi. Ha svolto per tanti anni l’attività di tecnico radiologo sia nell’ospedale di Fusignano che in quello di Lugo.

Nei suoi mandati di assessore Costa ha compartecipato a tante iniziative culturali promosse dal Comune, per cui i fusignanesi lo ricordano con piacere e nostalgia.

Sua l’idea di ampliare il museo San Rocco, sede di moltissime mostre e rassegne.

«Da Lino ho imparato a capire la comunità di Fusignano nel profondo – continua Pasi –, una comunità che conosceva come nessun altro e che amava più di sé stesso e di ogni altra cosa. L’amore che Lino ha sempre riservato alla propria comunità è qualcosa di incredibilmente profondo e contagioso. Lino è stato per molti un riferimento e un esempio. se ancor oggi a Fusignano ci si sente parte di una comunità inclusiva, accogliente e vivace, tanto lo si deve a Lino e alle tante persone che ne hanno accompagnato l’operato».

Le esequie sono in programma per questa mattina, alle 9, alla chiesa di San Giovanni Battista. Al termine dei funerali si proseguirà per l’area crematoria di Faenza.

Il sindaco Pasi lo ricorderà come un concittadino da rimpiangere, soprattutto per il bene espresso nei confronti della comunità locale.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui