Fusignano, influencer e foto hot, la ristoratrice: “Nessun licenziamento”

«Manuela non è stata licenziata. Quegli scatti riguardano esclusivamente la sua sfera personale e privata, all’interno della quale può comportarsi come meglio crede, essendo ovviamente libera di coltivare un’attività secondaria che lei stessa dice essere molto più remunerativa del lavoro da cameriera».

Sono le parole con cui Elena Balbi, legale rappresentante del ristorante pizzeria “La Brusca” di Fusignano, cerca di fare chiarezza su quanto si è letto nei giorni scorsi.
È il suo infatti il locale dove lavorava Manuela Bassani, la 23enne di origini colombiane residente nel Lughese che ha scatenato un acceso dibattito sul suo presunto licenziamento per i suoi contenuti hot, fotografie e video, che mostra ai suoi abbonati su OnlyFans, una moderna piattaforma in cui mostrarsi in maniera piccante monetizzando qualcosa.

«Vorrei chiarire alcuni aspetti fondamentali, perché io non ho licenziato nessuno – precisa la titolare del locale – e infatti la ragazza ha un contratto a chiamata che scadrà nel prossimo mese di agosto. Non ho mai fatto riferimento ad un licenziamento, ma solamente al fatto che sarebbe stata chiamata lo stretto necessario fino alla scadenza naturale del suo contratto. Questo perchè in occasione di alcune giornate si era mostrata indisponibile causa impegni personali ed io mi ero vista costretta a chiamare altre persone per colmare il vuoto creato dalla sua assenza e per venire incontro alle esigenze del mio ristorante».

Nella replica della datrice di lavoro sembrerebbe non esserci nessuna discriminazione come avrebbe lamentato Manuela, che con l’alias La_cetaceass è già un personaggio noto anche su Instagram e TikTok, vantando decine di migliaia di follower.

«Il secondo lavoro di Manuela non c’entra nulla – spiega Elena Balbi -. Fin da quando ha iniziato a lavorare per noi (circa 3 anni fa) ho sempre saputo della sua attività in rete, ma i suoi “scatti hot” (come sono stati definiti) oppure osé non sono mai stati rilevanti per me: riguardano esclusivamente la sua sfera privata ed è libera di coltivare un’attività secondaria che lei stessa dice essere molto più remunerativa del lavoro da cameriera. Le interviste che Manuela ha rilasciato – sottolinea – chiariscono che il suo lavoro principale è proprio quello che svolge sul web, ma questa scelta è solo sua e non riguarda nessun altro. A me interessa esclusivamente gestire al meglio il ristorante e per poter far questo debbo anche poter contare sulla massima disponibilità da parte dei miei collaboratori».

La vicenda ha fatto molto discutere, non solo a livello locale. Dopo essere approdata ai microfoni del programma radiofonico La Zanzara, peraltro, oggi pomeriggio potrebbero essere le telecamere di Canale 5 ad immortalare di nuovo Manuela, alla quale, tuttavia, farsi guardare dietro a uno schermo, qualsiasi esso sia, è sempre piaciuto, così come essere al centro dell’attenzione.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui