Fusignano, da tecnico informatico a chef: “Il ristorante? E’ a casa mia”

Il 43enne Francesco Simonelli vive a Fusignano dal 2000: un po’ per necessità e po’ per ambizione, ha coltivato nel tempo quella che è sempre stata la sua passione: cucinare il cibo reinterpretandolo. Nella vita è un tecnico informatico, ma la sua anima è sempre stata dietro ai fornelli; da qualche mese sta lavorando al suo sogno, che finalmente sabato si realizzerà: un home restaurant.

“La mia voglia di sperimentare e fantasticare col cibo – afferma – mi ha portato a trasformare una porzione della mia abitazione dove poter far degustare ciò che propongo. Ogni sabato cucinerò per un numero ristretto di persone, servendo e spiegando loro la storia di ogni piatto, per un totale di cinque portate in chiave gourmet».

Quello spazio della sua casa lo ha chiamato ComFood 35, una sigla che unisce le parole comfort e cibo, con il numero civico della via Riccardo Babini in cui abita, e cucina.

“Sono un autodidatta – spiega – Mi è sempre piaciuto mangiare in posti con chef particolari, dagli stellati ai bizzarri. Nel tempo ho provato a rifare i piatti che mi piacevano di più, studiandoli e documentandomi. Per questo progetto ho speso molti dei miei risparmi: le attrezzature devono essere a norma ovviamente».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui