Furto da circa 20mila euro nel negozio di biciclette a Bertinoro

Furto da circa 20mila euro nel negozio di biciclette a Bertinoro

BERTINORO. Un’azione fulminea, pochi minuti per caricare su un furgone 14-15 biciclette di valore, e altro materiale in vendita e poi fuggire prima dell’arrivo dei carabinieri. Un colpo da circa 20mila euro quello messo a segno l’altra notte alla rivendita “Bike corner” di via Santa Croce, a Santa Maria Nuova di Bertinoro. Un furto studiato nei minimi dettagli, dal furto di un furgone alla manomissione dell’allarme, fino al cambio di mezzo in aperta campagna, approfittando della fitta nebbia che avvolgeva il Forlivese

La preparazione

I malviventi, infatti, hanno rubato un furgone nella zona artigianale della Panighina, poi sono arrivati in via Santa Croce, dove hanno rotto la catena di un cancello, poi con il furgone si sono avvicinati alla vetrata di ingresso: il mezzo usato come un ariete ha di fatto aperto un varco attraverso il quale i ladri sono riusciti ad introdursi nella rivendita di biciclette. Non prima di aver reso inoffensivo l’allarme, danneggiandolo con della schiuma. Il frastuono, comunque, ha risvegliato i vicini che hanno dato l’allarme, senza però riuscire a fornire indicazioni sugli uomini che stavano commettendo il furto.

La refurtiva

L’azione dei delinquenti è durata pochissimi minuti prima di far perdere le loro tracce. Sul furgone sono state caricate 14-15 biciclette tra mountain bike, bici da corsa e da passeggio. Prelevati anche borracce e pneumatici. I ladri sono arrivati fino a via Erbosa, dove evidentemente ad attenderli c’era un altro mezzo sul quale hanno caricato le bici, mentre l’altro materiale è stato abbandonato. I Carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Meldola hanno recuperato il veicolo e lo hanno restituito al legittimo proprietario, così come la refurtiva abbandonata all’interno. Sono in corso le indagini dei Carabinieri della Compagnia di Meldola per cercare di ricostruire l’assalto, che ha fruttato circa 20mila euro.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *