L’Associazione Frantoiani di CNA Rimini ha incontrato Alessio Mammi Assessore ​Regionale all’Agricoltura ed il consigliere regionale Massimo Bulbi per un confronto sul rilancio dell’intero settore e della DOP “Colline di Romagna”. E’ stata una delegazione del Cda dei Frantoiani a sottolineare l’importanza di tutelare e valorizzare il prezioso comparto dove operano artigiani e agricoltori impegnati a salvaguardare e tutelare una delle eccellenze della Romagna. Un patrimonio di tradizioni e conoscenze che caratterizza l’economia ed il paesaggio del territorio ma che fatica nel passaggio generazionale d’impresa. 

“Siamo preoccupati per il futuro del settore” ha dichiarato Giovanni Bucci Responsabile CNA Alimentare Rimini R “ci sono tante incognite che minano l’attività del comparto oleario-olivicolo dell’Emilia Romagna: il cambiamento climatico che mette a rischio ogni anno le coltivazioni ed il raccolto, la presenza di nuovi parassiti, la forte concorrenza di produzioni di scarsa qualità ma dal prezzo appetibile a cui si aggiunge la mancanza di quel ricambio generazionale necessario per rilanciare il settore, evitando nel giro di pochi anni il fallimento o ridimensionamento dell’intero settore”. 

Preoccupazioni emerse durante l’incontro di Longiano (in foto), presso il frantoio Turchi, con l’assessore Mammi che ha annotato le problematiche manifestando la volontà di tutelare questo patrimonio. L’intero settore produttivo oleare punta ad una maggiore collaborazione tra frantoiani e olivicoltori, alla ristrutturazione dei frantoi con la riqualificazione delle attrezzature per la molitura delle olive, ad un maggior supporto alle produzioni sul campo con un monitoraggio scientifico delle produzioni. Determinante anche il supporto alla promozione e valorizzazione degli oli regionali e alla riqualificazione dell’olio DOP “Colline di Romagna” che ad oggi vede pochissime certificazioni. Positiva la conclusione dell’incontro con l’assessore Regionale Mammi che si è reso disponibile a recepire le esigenze evidenziate dalla categoria e pronto mettere in piedi una serie di iniziative volte alla riqualificazione del nostro “orogiallo”.

Argomenti:

cesena

olio

oro giallo

rimini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *