Francesco Amadori, l’amara festa per i 90 anni dopo il licenziamento della nipote GALLERY

CESENA. Compleanno amaro oggi per Francesco Amadori. Il fondatore dell’azienda che porta il suo nome festeggia i 90 anni. Ma sono giornate non eccezionali. Al di là della pandemia Covid che non consente riunioni e feste come l’evento meriterebbe, nei giorni scorsi la nipote Francesca è stata licenziata dal gruppo dove ricopriva l’incarico di responsabile della Comunicazione. Un rapporto finito non proprio bene visto che la stessa ha annunciato di valutare eventuali cause al gruppo che è presieduto dal padre.

Nonostante ciò oggi è l’occasione per guardare un po’ al passato e tirare un bilancio

Francesco è nato a Cesena il 15 gennaio del 1932 e fin da piccolo ha aiutato i genitori nella commercializzazione di pllame e animali da cortile. A metà degli Anni Cinquanta, con il fratello Arnaldo, si mette in proprio e diventa allevatore ma si occupa anche della trasformazione alimentare per dare vita a quella che diventerà nuna filiera integrata e un vero e proprio polo industriale.

L’azienda continuerà a crescere sempre più nel corso dei decenni. Fra gli Anni Ottanta e Novanta acquisisce una dimensione nazionale. Nasce un secondo polo produttivo in Abruzzo e vengono acquisite altre sedi produttive allargando sempre più la presenza anche sui mercati esteri.

Nel giugno 1999, per fronteggiare in termini di immagine, l’emergenza del cosiddetto “pollo alla diossina” che era esploso in Belgio, Francesco Amadori decide di apparire nel suo primo spot televisivo. Diventa così un volto noto a tutti gli italiani. Il suo “Parola di Francesco Amadori” diventa un tormentone.

Nel maggio del 2002 diventa Cavaliere del lavoro, insignito dal presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. Ma i premi si susseguono: Premio Malatesta Novello Città di Cesena (2009), Premio Barocco per la carriere (2010), Premio Argos Hippium per aver creato lavoro nella provincia di Foggia (2010).

Il gruppo da lui fondato nel 2020 ha fatturato 1,2 miliardi di euro.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui