Che cos’è veramente la casa? Ognuno di noi potrebbe avere una risposta diversa. Alla domanda hanno provato a rispondere 9 fotografi. E c’è anche la fotografa Isabella balena, nata a Rimini nel 1965, tra gli autori selezionati per la grande mostra fotografica “Feeling home. Sentirsi a casa” che inaugura sabato 3 ottobre alla GAM Galleria d’Arte Contemporanea di Catania e rimarrà aperta al pubblico sino al 30 ottobre.

Nove autori raccontano attraverso 90 fotografie il “sentire casa” come idea e sensazione, spazio intimo e personale, custode di ricordi, sogni ed emozioni, dove il tempo non pesa mai. Ciascun fotografo declina il senso di “casa” in funzione della propria sensibilità, del proprio linguaggio e della propria poetica. Una testimonianza fotografica allargata e ricca su un tema estremamente attuale e di grande respiro come quello del “sentirsi a casa”, attraverso differenti visioni, per una preziosa opportunità di riflessione e di crescita. 

Accanto alle opere di Isabella Balena esposte quelle di Daniele Vita, Franco Carlisi, Francesco Cito, Luca Cortese, Pierfranco Fornasieri, Gianni Maffi, Carlo Riggi e Pio Tarantini. 

A Catania la riminese Isabella Balena espone dieci immagini che da una parte raccontano il “sentirsi a casa” come qualcosa di strettamente legato alla sua intima quotidianità familiare, dall’altra invece come un sentimento profondo verso un territorio e un mare che l’hanno vista crescere come donna e ed essere umano.

Immagini semplici ma ugualmente intense e toccanti, che acquistano ulteriore valore se si pensa che Isabella è  una fotografa di guerra, avendo lavorato  in molte aree di conflitto tra cui Iraq, Somalia, Kenya, ex Jugoslavia, Messico e sud America, Albania, India, e che da molti anni segue il conflitto israelo-palestinese e l’area medio orientale. 

Presente con i suoi scatti sui principali giornali nazionali e internazionali, presente con le sue foto in numerose mostre personali e collettive, Isabella Balena è stata assistente di Gabriele Basilico e ha lavorato con le agenzie Grazia Neri e WPN di New York. 

Segnalata nel 1992 nel Kodak Panorama Europeo dei giovani fotografi, nel 1994 partecipa al primo Masterclass della World Press Photo Foundation a Rotterdam. 

Nel 2012 ha pubblicato insieme alla chirurga Cristina Garusi “A seno nudo”, un importante lavoro sulle tecniche ricostruttive del seno a seguito di intervento tumorale – fotografie utilizzate nel 2015 per la campagna mondiale sul web “Save the nipple” –  mentre tra il  2015 e il 2016 ha realizzato per al Regione Lombardia due volumi: “Expo tales” e “Lombardia four seasons of beauty”.

La mostra “FEELING HOME. Sentirsi a casa” è accompagnata dall’omonimo libro fotografico (Edizioni EBS Print, 2019) che raccoglie 115 fotografie a colori e in bianco e nero degli autori presenti in mostra, i testi curatoriali di Giusy Tigano che illustrano la poetica dell’intero progetto e i diversi contributi critici che accompagnano le fotografie.

Il libro FEELING HOME può essere acquistato in tutte le più importanti librerie ed è ordinabile anche online: https://www.gtartphotoagency.com/books/books-news-2019/ 

Tutte le informazioni relative alla mostra e agli eventi collegati sono disponibili sul sito

www.eventofeelinghome.it

Argomenti:

fotografia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *