Formula Uno, vacanze finite: occhio alla Ferrari in Catalogna

Il futuro è adesso. Comincia ufficialmente la rivoluzione della Formula 1 con i primi test prestagionali in Catalogna in programma da oggi a venerdì. Le nuove vetture scenderanno per la prima volta in pista e tutto sarà da scoprire, dal loro comportamento sul tracciato, alla loro velocità, alle differenze con le monoposto precedenti. Seppure i test del 10-12 marzo in Bahrain saranno i più significativi, nel luogo del primo gran premio e con piloti già più rodati, questi tre giorni potranno già fornire le prime, attesissime indicazioni.

Le nuove macchine

Tante le novità sulle monoposto 2022 rispetto ai modelli precedenti, riguardanti principalmente tre aree: l’aerodinamica, le ali e gli pneumatici. Pance e fondo sono modificati alla ricerca del cosiddetto effetto suolo, mentre ala anteriore e posteriore sono rielaborate da zero con l’obiettivo di minimizzare l’effetto scia della vettura davanti e di facilitare l’inseguimento ravvicinato. Le gomme diventano più grandi, da 13 a 18 pollici, e un’ulteriore novità riguarda i copriruota sopra gli pneumatici anteriori, sempre con l’obiettivo di deviare i flussi aerodinamici e facilitare la guida. Invariata la power unit. Le monoposto, già da anni dotate di Halo e ora più pesanti del 5%, saranno inoltre più sicure. In generale, con il nuovo ambizioso progetto la F1 cerca lo spettacolo: più facilità nei sorpassi, lotte corpo a corpo più durature e meno distanza prestazionale tra le squadre. Se le novità tecniche introdotte con questi propositi funzioneranno, lo dirà il tempo.

Parola alla pista

Tante le previsioni dei fan, tanti i rumour su una o sull’altra vettura, tante le dichiarazioni convenzionali dei Team Principal durante le presentazioni ufficiali, ma le parole non contano più nulla. Da oggi in avanti saranno solo la pista, e man mano il cronometro, a dare le risposte definitive. Tante le speranze sulla nuova Ferrari dall’aspetto promettente e innovativo, mentre alcune squadre non hanno ancora mostrato la reale macchina ma solo poco più di un prototipo, come la Red Bull, e sono ancora da scoprire. Per tutti sarà una nuova esperienza di guida, per alcuni un esordio (Zhou) o un ritorno (Albon) in F1, per Verstappen la prima volta “vestito” col numero 1 in quanto campione in carica. Appuntamento oggi, domani e dopodomani dalle 9 alle 18 per l’inizio di una nuova era.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui