Formula Uno, “aiuta la Red Bull”: l’Alpha Tauri difende Tsunoda

L’Alpha Tauri al contrattacco. Dopo il Gp d’Olanda, sui Social è partito un tam tam mediatico contro Yuki Tsunoda e la scuderia faentina, accusata di aver favorito volontariamente la Red Bull e Max Verstappen facendo fermare il pilota giapponese subito dopo la sosta ai box per indurre la Virtual Safety Car.

L’Alpha Tauri respinge le accuse ai mittenti e mette in chiaro con grande fermezza la sua posizione. «E’ davvero avvilente leggere alcuni commenti e il linguaggio rivolto al nostro team e nei confronti della responsabile delle strategie Red Bull, Hannah Schmitz. Un comportamento di tale odio non può essere tollerato. È inaccettabile, non vero e completamente privo di rispetto nei confronti di Hannah e nostri sostenere accuse di aver giocato sporco. Abbiamo sempre corso in modo indipendente, correttamente e nei più alti livelli di rispetto e sportività. Yuki ha subìto una rottura che il team non ha immediatamente rilevato e questa ha portato allo stop in pista. Suggerire qualsiasi altra cosa è offensivo e categoricamente sbagliato».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui