Formula Uno e MotoGp, comincia lo spettacolo del 2021

Una settimana a tutto gas. Dopo un lungo inverno ripartono ufficialmente la Formula 1 e la MotoGp, e per la prima volta dal 2017 lo fanno nello stesso weekend. Spettacolo assicurato, che darà il via ad una stagione interessante e imprevedibile.

Calendari quasi normali

Oltre a cominciare entrambi questa domenica, i due Mondiali inizieranno a poche centinaia di chilometri di distanza, come non era mai successo: in Bahrain la Formula 1 (ore 17) e in Qatar la MotoGp (ore 19, preceduta da Moto3 e Moto2). Dando uno sguardo all’intero calendario stagionale, quest’anno i campionati dovrebbero svolgersi in modo più regolare e tradizionale rispetto al 2020, contraddistinto da un mondiale accorciato e pieno di “gare doppie” sulla stessa pista. Nessun bis previsto infatti per la F1, solo uno per la MotoGp che gareggerà in Qatar anche nel fine settimana di Pasqua. Tutto ciò a patto che la pandemia non complichi nuovamente le cose e ostacoli le trasferte extraeuropee, anche se, a maggior ragione grazie alle vaccinazioni in corso nel paddock, trapela ottimismo.

Imola e Misano presenti

La Romagna urla orgogliosamente “presente” in entrambi i Mondiali, ospitando la Formula 1 a Imola dal 16 al 18 aprile e la MotoGp a Misano dal 17 al 19 settembre. Una grande conquista quella di Imola, che per il secondo anno consecutivo assicura ai fan il ritorno del circus all’Enzo e Dino Ferrari per il “Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia Romagna”. Solida conferma invece per il “Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini”, da tempo uno dei pilastri della stagione motociclistica.

Tanta Romagna in griglia

Ma la presenza della Romagna non si limita di certo alle sedi ospitanti. Mentre sul fronte Formula 1 l’AlphaTauri ha ambizioni sempre più alte e punta ad avvicinare nuovi tifosi, sono tantissimi i piloti romagnoli al via in MotoGp, Moto2 e Moto3. Mancherà quest’anno Andrea Dovizioso, ma saranno in classe regina Enea Bastianini e Lorenzo Savadori. Due romagnoli anche nella classe più piccola, con Andrea Migno e Niccolò Antonelli a caccia di soddisfazioni, ma sarà la categoria di mezzo la più rappresentata: correranno infatti in Moto2 Nicolò Bulega, Stefano Manzi e Marco Bezzecchi, che dopo essere già stato protagonista l’anno scorso, punterà al titolo.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui