Formaggi tipici italiani

Una delle fortune di essere italiani è sicuramente la possibilità di mangiare ogni giorno tantissimi diversi tipi di formaggio. Per chi non lo sapesse, l’Italia è tra i pochi Paesi Europei con il più alto numero di formaggi DOP, Denominazione di Origine Protetta, nonché IGP, Indicazione Geografica Protetta e STG, ovvero Specialità Tradizionale Garantita.

Ogni Regione italiana ha dei cavalli di battaglia noti in tutto il mondo: ogni formaggio ha un sapore particolare, diverso dall’altro, dato dalla lavorazione differente. Senza dubbio sarebbe un’impresa abbastanza ardua elencare le caratteristiche di oltre 450 formaggi tradizionali italiani, ma abbiamo deciso di recensirne alcuni dei più famosi.

Parmigiano Reggiano

Sarebbe impossibile cominciare il nostro excursus senza citare il Parmigiano Reggiano. Si tratta di un formaggio DOP a pasta dura, probabilmente il formaggio italiano più famoso al mondo, nonché uno dei più famosi in generale. È noto nella maggior parte degli Stati anglofoni col nome Parmesan Cheese. Viene prodotto esclusivamente in Emilia Romagna, tra le provincie di Reggio Emilia, Mantova, Bologna, Modena e Parma. A Parma c’è persino un museo ad esso dedicato. Come per la maggior parte dei prodotti, oggi è possibile acquistarlo online: sono disponibili tanti caseifici emiliani che vendono anche online questo magico formaggio.

Pecorino

Quando parliamo di pecorino facciamo riferimento ad una vasta gamma di formaggi che hanno la caratteristica principale di essere realizzati con latte di pecora. Può essere a pasta tenera o a pasta dura. Ci sono tantissime varianti in Italia, anche se probabilmente il più famoso è il pecorino romano, che nasce nel territorio dell’Agro Romano: si tratta di uno dei formaggi più antichi del mondo.

Squacquerone

Torniamo in Emilia Romagna per citare questo meraviglioso formaggio DOP. Lo Squacquerone romagnolo è un formaggio vaccino a pasta molle, che ha una maturazione molto rapida e che viene prodotto prevalentemente nelle province di Ferrara, Forlì, Cesena, Rimini, Ravenna e Bologna. Quando si parla di squacquerone originale parliamo di un prodotto che viene da latte di vacche di razza Frisona, Bruna Alpina e Romagnola. Caratteristica di questo formaggio è la pasta bianca e cremosa.

Burrata

Scendiamo al Sud Italia per uno dei formaggi più famosi al mondo. Si tratta della Burrata, un formaggio a pasta filata molto delicato che è tipico della Regione Puglia: per la precisione, la produzione originaria è concentrata nelle province di Bari e Taranto. La leggenda narra che fu realizzata nei primi decenni del Ventesimo secolo nella provincia di Andria. Molto particolare per consistenza e forma: si presenta come una sorta di sacca di pasta filata, con superficie bianca liscia, ma all’interno sono presenti i vari filamenti gustosi e soprattutto la panna.

Grana Padano

Altro cavallo di battaglia italiano è il Grana Padano DOP. Tra i formaggi più famosi al mondo, è un prodotto a pasta dura, cotta, caratterizzato da una lentissima maturazione e prodotto da latte di vacca. È un alimento naturale e con alto potenziale energetico: spesso viene indicato per le diete infantili e le donne incinte, nonché sportivi.

Mozzarella di bufala

Arriviamo al piccolo grande capolavoro campano, la mozzarella Campana DOP. Questo prodotto caseario è ormai stato insignito del marco di Denominazione di Origine Protetta dal 1996. Il nome deriva dall’azione di mozzare, ovvero lavorare la pasta filata con indice e pollice. Il formaggio a pasta filata più famoso al mondo e più amato: viene chiamata anche oro bianco. Probabilmente la prima produzione risale al XV secolo, visto che esistono già delle testimonianze in documenti di mozzarella aversana.

Asiago

Altro formaggio tra i più noti italiani, parliamo dell’Asiago DOP. È originario dell’altopiano di Asiago, territorio che comprende sette comuni. Anch’esso ha una storia molto antica, visto che le prime testimonianze risalirebbero all’anno 1000: probabilmente all’epoca era prodotto da latte di pecora. Per la sua delicatezza può essere abbinato a tanti tipi di vini differenti e alimenti.

Caciocavallo

Altro formaggio antichissimo che è prodotto prevalentemente al Sud Italia. Si crede che il nome possa derivare dal fatto che si usava appenderlo a cavallo di pertiche di legno. Si tratta di un formaggio a pasta filata che è prodotto solo con latte di vacca intero che dovrebbe essere originario di territori quali Campania, Calabria, Abruzzo, Molise, Puglia e Basilicata. Per ottenere la forma caratteristica è necessario immergere prima in acqua la forma e poi in salamoia per almeno sei ore.

Fontina

Magnifico formaggio originario della Valle d’Aosta. La Fontina ha un sapore inconfondibile. È un prodotto tipico Valdostano, caratterizzato da una stagionatura di almeno tre mesi. Nel 1996 ha ottenuto la Denominazione di Origine Protetta. Considerato dai più come uno dei migliori formaggi al mondo. Il nome deriva dal francese, fontis, che indica la caratteristica di questo formaggio, il quale è capace di fondersi con il calore. Prime testimonianze dirette risalgono già al XV secolo: una storica è quella di un affresco di Issogne.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui