La Polizia Stradale di Forlì-Cesena ha intercettato, lungo la via Emilia SS 9 all’altezza di Forlimpopoli, un autocarro che trasportava materiale di scarto edile classificato dalla legge vigente come “rifiuto speciale non pericoloso”. Al controllo, gli agenti potevano constatare che il conducente, un cittadino albanese regolarmente domiciliato in zona, non aveva con sé alcuna documentazione utile a comprovare il trasporto di detto materiale ed il suo successivo smaltimento. Rintracciato il proprietario del mezzo, connazionale dell’autista, emergeva che lo stesso non era nemmeno iscritto all’albo nazionale dei gestori ambientali come prevede la legge, non lasciando più dubbi agli operatori sull’abusività del trasporto. Entrambe le persone venivano denunciate in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria in concorso tra loro, per violazioni delle prescrizioni del testo unico sulle norme in materia ambientale, normativa volta a salvaguardare e migliorare le condizioni dell’ambiente e che impone regole molto rigide sia per chi produce o smaltisce rifiuti e sia per chi li trasporta, prevedendo sanzioni anche molto gravi per i trasgressori.

Argomenti:

Forlimpopoli

polizia stradale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *