Forlimpopoli, ecco le norme per i gestori di centri estivi

Il Comune di Forlimpopoli ha aderito al progetto regionale “Conciliazione vita-lavoro: sostegno alle famiglie per la frequenza di centri estivi” finanziato dal Fondo Sociale Europeo per aiutare le famiglie che hanno necessità di utilizzare servizi estivi per bambini e ragazzi di età compresa tra i 3 e i 13 anni, nel periodo giugno/settembre 2021, attraverso l’abbattimento del costo della retta. 

I gestori privati di Centri Estivi con sede nel territorio comunale di Forlimpopoli, che intendono aderire devono presentare domanda entro il 25 maggio: l’apposita modulistica e tutte le indicazioni per la sua consegna sono scaricabili dal sito dell’Aministrazione (www.comune.forlimpopoli.fc.it). I gestori dovranno adottare le indicazioni per contrastare il Covid-19, oltre a soddisfare diversi requisiti come avere una sede operativa a Forlimpopoli, possedere adeguata esperienza nella gestione di centri estivi, garantire almeno 4 settimane continuative, da 5 giorni a settimana, garantire la possibilità d’accoglienza di almeno 20 bambini/ragazzi. Completata l’istruttoria delle domande ricevute, il Comune pubblicherà sul proprio sito l’elenco dei Centri estivi 2021 presso i quali le famiglie che intendono presentare domanda per l’assegnazione del contributo sotto forma di abbattimento della retta, potranno iscrivere bambini e i ragazzi.  “Prosegue in questo modo – sottolineano il sindaco Milena Garavini e l’assessore alle politiche giovanili Sara Pignatari – l’impegno del Comune a sostegno delle famiglie in tutti gli aspetti del quotidiano, a partire da quello della formazione e della socializzazione dei figli, assicurando la possibilità di accesso a servizi importanti come i centri estivi a tutti coloro che desiderano aderirvi e che potrebbero avere difficoltà a farlo senza l’aiuto dell’Amministrazione”

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui