Forlimpopoli. Cena-evento degli studenti di quinta dell’Artusi

Dopo lo stop dovuto alla pandemia, l’istituto alberghiero “Artusi” torna ad organizzare una serata-evento dedicata alle classi quinte, in cui i maturandi di tutte e tre gli indirizzi daranno prova delle conoscenze e competenze maturate durante il loro percorso scolastico preparando una prelibata cena alla presenza delle loro famiglie e dei loro docenti. L’iniziativa fa il bis e si svolgerà in due serate consecutive, domani (5A-5B-5E) e giovedì (5C-5D) nella sala dei ricevimenti del plesso scolastico.

«Si tratta di una gradita tradizione – commenta Mariella Pieri, dirigente scolastica – che finalmente dopo due anni di pausa torna ad essere possibile, un appuntamento tanto atteso dai ragazzi, che alla vigilia dell’esame di stato e del loro ufficiale ingresso nel mondo del lavoro, desiderano ringraziare la scuola, in particolare i docenti, per la formazione e la crescita professionale acquisite durante i cinque anni trascorsi e al contempo rendere orgogliose le famiglie, che in questo tempo li hanno sempre sostenuti e guidati. E il modo migliore per offrire tale prova di maturità è sicuramente sul campo, facendo ciò che sanno fare meglio e cioè mettendo le“ mani in pasta”, ognuno dando il meglio di sé nel proprio indirizzo di specializzazione».

Il menù di entrambi gli appuntamenti è stato ideato dagli studenti e concordato con i loro docenti. «Nella serata di giovedì – conclude Maria Pieri – sarà ricordato Filippo Zoli, studente di 5D enogastronomia, venuto a mancare lo scorso aprile dopo una grave malattia contro cui ha coraggiosamente combattuto per cinque anni continuando a frequentare la scuola. Pertanto, tutto l’istituto intende fissare nella memoria questo esempio di passione e di impegno intitolando a Filippo un laboratorio di cucina, l’ex lab 4, e durante la serata conviviale verrà svelata la targa a lui dedicata».

I contributi raccolti durante le due cene saranno destinati all’ampliamento dell’offerta formativa dell’istituto mentre i compagni di Filippo Zoli promuoveranno la raccolta di fondi per il centro di ricerca oncologico dell’ospedale S. Orsola di Bologna.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui