Forlì. Vigili del fuoco: 6.417 interventi di soccorso nel 2022

Santa messa in Duomo con il vescovo Livio Corazza, esposizione dei mezzi e “Pompieropoli” per i più piccoli. Sono questi i momenti clou organizzati ieri in centro per la festa di Santa Barbara, patrona dei vigili del Fuoco. L’anno che sta volgendo al termine è stato denso di eventi ed è anche ricco di promesse come testimoniano i dati più rilevanti dell’attività dei vigili del fuoco di Forlì-Cesena nel 2022.

In totale sono stati 6.417 gli interventi di soccorso nel territorio della provincia di Forlì-Cesena. Sono stati 55 i giorni di presidio antincendio boschivo nel periodo di massima pericolosità e 32 i giorni di presidio acquatico a Cesenatico con mezzi nautici e soccorritori acquatici. E ancora, sono state 30 le giornate che hanno visto impegnate le squadre di disinfestazione imenotteri aculeati da agosto ad ottobre.

I vigili del fuoco della nostra provincia hanno effettuato diverse operazioni anche in altri territori in aiuto a colleghi in seguito ad eventi calamitosi. In particolare sono intervenuti per incendi boschivi a Ravenna, in giugno; a Ferrara nel mese di agosto. Sono intervuti anche in seguito ad eventi meteo avversi in Toscana ad agosto; per emergenza maltempo nelle marche a settembre e in seguito ad emergenza sismica in novembre ad Ancona.

Non sono mancati gli interventi di prevenzione incendi con 550 procedimenti conclusi (180 valutazioni di progetti e 370 controlli di Scia); 283 servizi di vigilanza nei locali di pubblico spettacolo ed intrattenimento; 115 commissioni e conferenze dei servizi.

Un altro aspetto importante è stato quello della formazione e abilitazione di addetti antincendio con 15 corsi di formazione per addetti antincendio; 37 sessioni di esami di abilitazione e 265 unità abilitate. Per quanto riguarda la formazione interna sono 94 le unità formate nelle varie branche (autisti di mezzi pesanti, autisti di mezzi aeroportuali, autisti di mezzi speciali, soccorritori aeroportuali, addetti di sala operativa, soccorritori Usar-M, Co.Em verde e altri).

Infine, Sono stati finanziati dagli uffici centrali i progetti della nuova sede del distaccamento di Bagno di Romagna, della nuova autorimessa del distaccamento di Cesena, dell’ampliamento del corpo C per la Sede Centrale “Lorenzo Facibeni” di Forlì e della manutenzione straordinaria degli impianti elettrici delle sedi di Forlì e di Cesena.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui