FORLI’. Si è aperto ieri davanti al giudice monocratico Maurizio Lubrano il processo per il reato di turbativa d’asta in concorso che vede imputati l’ex vice sindaca Veronica Zanetti, il direttore generale del Comune di Forlì Vittorio Severi e Giovanni Morelli, il professionista di Ferrara che il 7 settembre 2015 ricevette l’incarico per coadiuvare l’Unità Verde del Municipio. Una prima udienza nella quale c’è stata la richiesta di ammissione delle prove e delle testimonianze. Nessuno degli imputati era in aula. Il caso scoppiò dopo l’esposto di Mario Peruzzini, all’epoca capogruppo della lista “Noi con Drei” – diventata poi “Forlì SiCura” – nel quale si denunciava come la formulazione del bando pubblicato il 21 luglio 2015 per assegnare l’incarico esterno a supporto specialistico dell’Unità Verde fosse stato ritagliato “su misura” rispetto al profilo professionale di Giovanni Morelli.

L’articolo nell’edizione di oggi del Corriere Romagna

Argomenti:

Forlì

processo

verde pubblico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *