Forlì, varata la manovra Irpef

Irpef, varata la manovra del Comune. Confermata l’esenzione fino a 15mila euro e ridotte le aliquote dei primi due scaglioni. “Era uno degli obiettivi che ci eravamo prefissati in campagna elettorale, poi tradottosi nelle linee di mandato. Lo avevamo anticipato nell’approvazione del bilancio di previsione per il 2021 definendo una riduzione del gettito di 850 mila euro. Con l’inizio dell’anno nuovo lo abbiamo subito messo in pratica. Mantenendo invariata l’esenzione per la fascia reddituale fino a 15mila euro annui, abbiamo deciso di diminuire da 0,60 a 0,55 % l’addizionale comunale Irpef riferita al primo scaglione di reddito, quello compreso tra 0 e 15.000 euro, e da 0,70 a 0,60 % l’aliquota riferita al secondo scaglione di reddito, quello compreso tra 15.001 a 28.000 euro.” È l’assessore al bilancio, Vittorio Cicognani, che entra nel dettaglio della manovra fiscale volta a diminuire l’aliquota dell’imposta addizionale Irpef. “Una manovra, mi preme precisarlo, che è stata condivisa nei minimi dettagli con CGIL, CISL e UIL e Ugl e che intende alleggerire in maniera semplice, immediata ed efficace la pressione fiscale dei nostri contribuenti. In un momento come questo, di grave sofferenza economica e di pericolosa instabilità sociale, l’adozione di misure compensative di natura tributaria riveste una duplice valenza. Da un lato si garantisce un sostegno alla ripresa economica, fungendo da moltiplicatore dei consumi, dall’altro si allevia il peso fiscale annuo dei cittadini agendo su un’aliquota di competenza prettamente comunale”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui