Forlì, vaccini ai 50enni: medici in campo

I contagi causati dal Coronavirus nel Forlivese sono in netto calo e proseguono le vaccinazioni in tutte le sedi preposte dall’Ausl. La strada per uscire dalla pandemia sembra finalmente quella giusta.

Si stanno attrezzando anche i medici di medicina generale che dal 7 giugno potranno vaccinare la fascia dei 50-54enni, molti dei quali si sono già prenotati nel portale della Regione o direttamente dal proprio medico.

«Ogni medico di base deve segnalare come vuole effettuare i vaccini (nel proprio ambulatorio, in altra sede o prestando servizio in un Hub), il 31 maggio dobbiamo richiedere i vaccini in base al numero delle richieste dei pazienti e a giugno dovrebbero arrivare – afferma il medico Vincenzo Immordino – Non sappiamo se saranno disponibili tutti quelli che servono, procediamo un passo alla volta, comunque prima del 7 giugno non possiamo vaccinare nessuno. Dovrebbero arrivare dei vaccini Pfizer, ma non abbiamo ancora la certezza. In media avevamo stimato circa 150 pazienti per ogni medico, ma secondo me sono tanti quelli che hanno già ricevuto il vaccino perchè appartenenti alle categorie con la precedenza (sanitari, insegnanti, militari, soggetti fragili). Io ad esempio, per il momento ne ho una settantina, tra quelli che si sono prenotati nel portale della Regione e quelli che me lo hanno detto a voce, se ne aggiungeranno altri ma credo di riuscire a fare a tutti la prima dose a giugno e il richiamo a luglio».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui