Forlì. “Usa la parola d’ordine ed entri nel nostro bar”

Un ingresso nascosto e un gruppo di giovani pieni di iniziativa, questo è quello che troverete a Forlì in via Luigi Ridolfi, 7A. MMC 2100 è il nome del nuovo speakeasy bar che ha aperto da pochissimo tempo ma che ha già creato molta curiosità.

«Noi siamo un circolo – spiega Gerardo Marcogiuseppe, uno dei due titolari del locale – ma in realtà siamo molto più di questo, siamo persone con un obiettivo comune di bar. Per noi significa prima di tutto degustare e poi bere. Le parole alla base del nostro progetto sono tanto lavoro e sacrificio». Particolarità e collaborazione sono le caratteristiche che fanno la differenza. «La nostra idea comune è quella di fare cultura sul bar – prosegue Elia Michelacci, altro titolare – non tanto a livello economico, ma principalmente per condividere e far apprezzare a tutti quello che facciamo con passione. Attraverso il nome del locale abbiamo unito passato e futuro, accostando i numeri romani a quelli arabi».

Vogliono trasmettere ai clienti la loro storia, raccontandola attraverso i drink che preparano. «Si tratta di rielaborare una bevuta – raccontano entrambi i titolari – con una cucina dietro. Quello che offriamo è inusuale e non si trova su tutti i banconi dei bar. Ad esempio non molti sanno quanto la cottura o meno della frutta influisca sul gusto finale. Altra cosa, per la salsa di pomodoro del Bloody Mary non ci accontentiamo di quella che si trova al supermercato. Vogliamo dare qualcosa di unico. Inoltre Filippo Sisti è un nostro formatore e prendiamo spunto anche dal quello che fa».

Per poter entrare dentro questo speakeasy bar, primo a Forlì e che si ispira al Jerry Thomas di Roma, c’è bisogno di una parola segreta che si ottiene attraverso la prenotazione sulla pagina Instagram.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui