Forlì, già ubriachi pretendono di bere ancora: arriva la polizia

Forlì, già ubriachi pretendono di bere ancora: arriva la polizia

FORLI’. Nella serata di ieri la Polizia di Stato è stata chiamata ad intervenire due volte in un bar della zona di via Decio Raggi, per le intemperanze causate da due stranieri est-europei, residenti in città, di 44 e 49 anni, i quali, ubriachi, pretendevano dal barista che gli servisse bevande alcoliche. I due, vale la pena segnalare, erano arrivati al bar già ubriachi, così come riferito dall’esercente e confermato da loro stessi agli agenti che poi sono sopraggiunti. Quindi, giustamente, l’esercente, non riuscendo ad allontanarli dal locale ha chiamato la polizia e sul posto è intervenuto il personale di una volante, che li ha identificati ed allontanati, con non poca fatica, visto la vena polemica con la quale alimentavano la questione, continuando addirittura a avanzare la loro pretese di bere anche in presenza dei poliziotti. Nei loro confronti saranno notificati verbali di contestazione della violazione amministrativa prevista dall’art. 688 c.p., così come depenalizzato, con l’ingiunzione di pagamento della somma di 102 euro. La storia però ha avuto un seguito, perché verso sera, quando ormai il bar stava per chiudere, è dovuta intervenite un’altra pattuglia, in quanto il proprietario era stato minacciato telefonicamente in modo piuttosto pesante. L’anonimo interlocutore avrebbe infatti pronunciato frasi con le quali avvertiva che gli avrebbe distrutto il locale così da fargli cessare l’attività. Stante quanto era accaduto un paio di ore prima, il sospetto circa l’autore di questa chiamata minacciosa è fortemente indirizzato verso uno di quei due personaggi, ed ora la vittima dovrà valutare se sporgere querela per attivare le indagini dirette all’identificazione del chiamante.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *