FORLI’. La Polizia di Stato ha denunciato per truffa un uomo di 35 anni, residente in provincia di Mantova, in relazione ad una transazione on-line rivelatasi truffaldina. In particolare, l’affare riguardava l’acquisto di un telefono cellulare per il controvalore di poco meno di 200 euro, che l’indagato reclamizzava su una nota piattaforma specializzata nella compravendita oggetti nuovi e usati, e per il quale era stato concluso un accordo con un 40enne forlivese, mediante pagamento anticipato della somma pattuita con versamento su un codice Iban associato ad una carta Postepay. L’acquirente, dopo avere pagato, aveva inviato il corriere all’indirizzo indicato dal venditore per il ritiro della merce, ma il corriere gli comunicava di non avere trovato nessuno, tantomeno la merce da prelevare, tornando a mani vuote. Per qualche settimana si erano susseguiti contatti tra le due parti, per la consegna dell’oggetto o in alternativa la restituzione della somma, con una sequela di promesse mancate fino ad arrivare all’irreperibilità del venditore, così che la vittima ha deciso di sporgere querela per truffa. Dopo la querela la Polizia di Stato ha svolto alcuni accertamenti, e nonostante la reale identità dell’autore della truffa fosse celata dietro alcuni prestanome usati per intestare le utenze telefoniche di contatto, le indagini hanno portato all’identificazione del truffatore, che si è rivelato già noto per analoghi episodi avvenuti in altre parti d’Italia, ai quali si aggiunge una nuova denuncia presso la Procura di Forlì.

Argomenti:

Forlì

mantova

polizia

truffa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *