Forlì, in tre a processo per l’inondazione a Villafranca

Sono stati rinviati a giudizio e l’8 novembre prossimo inizierà il processo a loro carico per inondazione colposa. Indagati sono Tonino Maria Bartolotta, legale rappresentante della ditta di Martirano Lombardo, in provincia di Catanzaro, Graziano Pastorelli e Michele Renzi, ingegneri della società Autostrade per l’Italia. Lo ha deciso il giudice per le indagini preliminare nell’udienza di ieri a seguito dell’indagine aperta dal sostituto procuratore Federica Messina e coordinata dal procuratore Maria Teresa Cameli sull’alluvione che nel maggio 2019 colpì la zona di Villafranca e San Martino in Villafranca a seguito di lavori nei pressi di un ponte dell’autostrada, proprio nel punto nel quale il fiume Montone aveva rotto l’argine, appaltati dalla Società autostrade per l’Italia a una ditta calabrese. Subito quel cantiere era stato individuato come la possibile causa dell’inondazione che colpì duramente le due frazioni forlivesi.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui