Forlì. Tamponi fai da te, quanto costano? Da 2 fino a 12 euro

I tamponi fai-da-te diventati introvabili prima di Natale, complici cene e feste tra amici e parenti, sono tornati a riempire gli scaffali di farmacie e non solo. Ma quanto costano? Assodato che il caro tamponi registrato nel periodo natalizio è parzialmente rientrato, la situazione presenta ancora molte sfumature. Abbiamo battuto supermercati, farmacie, negozi di casalinghi e il web a seguito di alcune segnalazioni di lettori che indicavano forti oscillazioni nei prezzi dei tamponi della stessa tipologia. Il tampone fai-da-te di marca Hotgen è quello maggiormente in vendita in questo periodo. Prendiamo in esame alcuni scontrini. Se il kit con un test casalingo sullo scaffale della parafarmacia all’interno di un grande supermercato si trova a 2,90 euro, in alcune farmacie è arrivato a costare anche 12 euro. Un prezzo difficile da giustificare, anche se per quello dei tamponi non c’è alcuna imposizione né raccomandazione. Se nella grande distribuzione il tampone Hotgen si trova a meno di 3 euro o in un negozio di casalinghi di Forlì a 3,90 euro, nelle farmacie lo stesso prodotto oscilla tra i 5,90 e i 12 euro.

«Ora che i tamponi nasali, così come quelli salivari (questi ultimi non inseriti nell’elenco stabilito dalla Regione per l’auto testing, dove il tampone fai da te in questo caso è possibile eseguirlo e inserirlo nel fascicolo sanitario solo se si è ricevuta la terza inoculazione del vaccino, ndr), sono più facili da reperire e c’è una richiesta inferiore rispetto al boom delle settimane precedenti, il loro costo è di 6,50 euro. Siamo farmacie comunali, per cui non abbiamo lo stesso potere di acquisto della grande distribuzione – precisano Roberta Tassinari e Davide Cangini di Forlifarma, società partecipata del Comune che gestisce le 9 farmacie comunali di Forlì e quella di Forlimpopoli -. Nei periodi più difficili siamo partiti con un prezzo dei tamponi da fare a casa con un costo di 9,90 euro. Adesso che l’acquisto migliora da parte nostra, da marzo è nostra intenzione portarlo a 5 euro. Stessa cosa è accaduta con le mascherine ffp2, anche in questo caso ci siamo adeguati e abbiamo adottato un prezzo di 75 centesimi ma già dai prossimi giorni verranno portate a 65 centesimi».

Il prezzo dei tamponi fai da te è quanto mai variabile, se si naviga in rete si può scoprire addirittura che una confezione di 20 test dello stesso tipo è venduto normalmente a 39,90 euro (ovvero quasi 2 euro l’uno), ma con lo sconto del 23% addirittura la stessa quantità costa 30,70 euro. Non solo, in altre farmacie nella quale siamo stati lo scontrino finale presenta un’ ulteriore variazione. In una un tampone fai da te viene venduto a 5,90 euro ma se ne prendi due il terzo è in omaggio, in un’altra ancora invece il costo dello stesso prodotto è di 6 euro cadauno perché soggetto ad uno sconto del 50%.

In un libero mercato quando l’offerta non riesce a soddisfare la domanda, il costo del prodotto al dettaglio cresce. Una congiuntura che si sta verificando con i tamponi fai da te. «È una speculazione – afferma Milad Basir, presidente di Federconsumatori di Forlì –. Tutti i giorni riceviamo segnalazioni di questo tipo, sia per i tamponi che per le mascherine». Per i test, in questo caso casalinghi, non c’è alcuna imposizione né tanto meno raccomandazione. «Siamo a conoscenza del problema, da tempo denunciamo la situazione – prosegue Basir –. Ci troviamo dentro ad un libero mercato e il Governo non ha fatto nulla. Lo stesso tampone se lo eseguo in farmacia ha un costo (va ricordato che comunque viene effettuato da un professionista), se lo faccio a casa ne ha un altro e varia da farmacia o negozio. Purtroppo le persone ne hanno bisogno e ci si approfitta di questo».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui