Forlì. Sversamenti dal ponte, “non vengono da fosse biologiche”

Gli sversamenti degli autospurghi nel fiume Montone dal ponte di Schiavonia generano preoccupazioni tra i cittadini, anche se dalle istituzioni arrivano rassicurazioni. Da diversi giorni i mezzi che raccolgono l’acqua da cantine e case che vengono svuotare, riversano quanto raccolto nel fiume Montone, operazione che non è vista di buon occhio da più di una persona. Tra gli ultimi episodi l’allagamento della pista ciclabile da parte di autisti e operatori “disattenti”, ha creato tensione con i residenti.

L’articolo completo sul Corriere Romagna oggi in edicola

Commenti

  1. Come cittadino, non sarebbe il caso, riversare del fango nel fiume; aumenterebbe melma nel fondale del fiume, diminuendo la capacità di portata, fango aspirato nei scantinati non è proprio salutare.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui